Home News Il Genoa fa la voce grossa, il Bologna in nove cade al...

Il Genoa fa la voce grossa, il Bologna in nove cade al Dall’Ara

1
Fonte calciomercato.com

Finisce 3-0 per i liguri la sfida delle 18, decisiva l’espulsione di Schouten nel primo tempo che spiana la strada agli ospiti, nel finale fuori anche Denswil

Una sfida tutta rossoblu va in scena al Dall’Ara, il Bologna di Mihajlovic accoglie il Genoa di Nicola. Entrambe le squadra vengono da una vittoria, dal peso specifico enorme quella degli emiliani ottenuta a Roma contro la squadra di Fonseca, non meno importante il successo del Grifone in casa davanti al Cagliari. Posizioni di classifica diverse ma i tre punti fanno gola a tutti. I felsinei devono fare a meno di Soriano ma recuperano Barrow che si piazza sull’esterno, a completare l’attacco con Orsolini e Palacio ci sarà Svanberg. Conferme nel Genoa per Soumaoro e Masiello in difesa, l’attacco vede Pandev, che ha deciso il match contro il Cagliari, in coppia con Sanabria. Arbitro della gara Massa.

Iniziano bene i padroni di casa che spingono gli avversari nella loro metà campo. Dopo dodici minuti Pandev deve dare forfait per un problema muscolare, al suo posto ecco Pinamonti. Al 21′ bella azione orchestrata da Palacio che allarga per Orsolini, l’esterno rientra sul sinistro e calcia, pallone centrale bloccato da Perin. Minuto 24, angolo di Sturaro, Sanabria gira al volo in porta e miracolo di Skorupski che spinge fuori dalla linea la sfera. Al 28′ Genoa in vantaggio: sugli sviluppi di una punizione palla scodellata in area da Radovanovic verso Masiello che era rimasto in avanti; il difensore controlla e calcia di potenza verso la porta trovando la deviazione vincente di Soumaoro che anticipa Danilo e mette dentro.

Passano pochi minuti e le cose si complicano ancora di più per la squadra di Mihajlovic: intervento durissimo di Schouten su Behrami a metà campo, Massa tira fuori il giallo ma l’arbitro di Var lo chiama al monitor, il cartellino diventa rosso, Bologna in dieci. Al 41′ Criscito pesca Sturaro al limite dell’area, il centrocampista non ci pensa due volte e tira, ancora miracoloso Skorupski in corner. Passano tre minuti e Sanabria riceve palla sulla sua trequarti, l’attaccante si fa settanta metri palla al piede seminando avversari, entra in area e con un diagonale fulmina l’estremo bolognese non irresistibile. Raddoppio Genoa, sprofondo Bologna. Si va all’intervallo sul 2-0 per gli ospiti.

Bologna che entra in campo con il piglio giusto nonostante l’inferiorità numerica. Nei primi dieci minuti i felsinei ci provano con i tiri dalla distanza ma prima Svanberg e poi Barrow non trovano la via del gol. Dopo un ritorno del Genoa Mihajlovic decide di rivoluzionare con i cambi l’assetto tattico. Gli emiliani riprendono in mano il gioco senza però pungere, il Grifone riesce a contenere e ripartire senza problemi. Al 74′ ottimo lavoro di Palacio sulla fascia sinistra, il suo cross è colpito di testa da Svanberg che sfiora il palo. Incursione di Barrow all’86’, l’ex atalantino entra in area ma la sua conclusione termina di poco a lato.

Minuto 89, cross di Sanabria intercettato in area da Denswil, si inserisce, però, Sturaro che anticipa il difensore il quale lo colpisce non trovando più il pallone. Per l’arbitro è calcio di rigore e giallo, Denswil, già ammonito, va anzitempo negli spogliatoi lasciando il Bologna in 9. Dal dischetto è implacabile Criscito che spiazza Skorupski, 3-0 Genoa e partita in cassaforte. Finisce così dopo il triplice fischio di Massa.

Sconfitta inaspettata per Mihajlovic e i suoi dopo tre vittorie consecutive. Sicuramente gli episodi hanno condizionato la gara dei padroni di casa su tutti il rosso a Schouten. Pesantissimi i tre punti raccolti dal Genoa in chiave salvezza, prima vittoria esterna stagionale e seconda consecutiva. Il lavoro di Nicola sembra far vedere i suoi frutti.

Glauco Dusso

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.