Home News Il calcio piange Pietruzzu Anastasi

Il calcio piange Pietruzzu Anastasi

1

Si spegne a 71 anni colpito dalla SLA l’ex attaccante campione d’Europa con la Nazionale italiana nel 1968

Pietro Anastasi, ex attaccante negli anni ’70 tra le altre della Juve con cui ha vinto 3 scudetti e dell’Inter, ha lottato per più di un anno contro la malattia. Lascia la moglie e due figli. La Juventus lo ha ricordato in questo modo: ‘un campione indimenticabile, uno dei simboli del calcio bianconero degli anni 70’.

‘Amico’ anche di passione del calcio era intervenuto tre volte per il sito, in radio e anche in occasione di un live.

GRAZIE per la disponibilità che hai sempre avuto nei nostri confronti! La redazione si stringe al dolore dei familiari.

“Ciao Pietruzzu. È stato bello conoscerti anche solo al telefono. La ribalta internazionale non aveva scalfito la tua genuina gentilezza. In molti si sono identificati in te, perché sapevi lasciare il segno. Nella finale contro la Jugoslavia di Euro ’68 (partita poi ripetuta all’Olimpico di Roma) eri poco più di un ragazzino e realizzasti la rete del 2-0 con una splendida mezza rovesciata, prodezza che nel 2014 l’Uefa, per il proprio sessantenario, ha inserito tra i 60 gol più belli nella storia del calcio europeo. Io ti immagino ancora così…in mezza rovesciata Pietruzzu…” Erika Eramo

Fonte foto: CorrieredelloSport.it

Stefano Rizzo e Erika Eramo

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.