Home News Il Cagliari regola la pratica SPAL con le reti di Nainggolan e...

Il Cagliari regola la pratica SPAL con le reti di Nainggolan e Faragò

1

I rossoblù battono 2-0 gli uomini di Semplici grazie ad una prodezza balistica del belga e al 26enne ex Novara e salgono provvisoriamente al quinto posto in classifica, a tre lunghezze dall’Atalanta terza. Quarta sconfitta stagionale per gli estensi

Le scelte dei tecnici 

CAGLIARI (4-3-1-2): Olsen; Faragò (81’ Klavan), Pisacane, Ceppitelli, Pellegrini; Nainggolan (71’ Ioniţă), Cigarini, Rog; Castro (45’ Nandez); Joao Pedro, Simeone  All. Rolando Maran 

Pisacane ha recuperato dall’infortunio patito all’Olimpico di Roma e farà coppia con capitan Ceppitelli. Faragò partirà titolare: ritorna in campo dopo cinque mesi. 

SPAL (3-5-2): Berisha; Tomovic, Vicari (65’ Cionek), Igor; Sala (60’ Valoti), Missiroli, Valdifiori (79’ Moncini), Kurtic, Reca; Floccari, Petagna  AllLeonardo Semplici 

Ad eccezione dello squalificato Strefezza (sostituito da Sala), la formazione è la stessa del match contro il Parma. 

Direttore di gara: Daniele Chiffi 

Lo sai che?  

Il Cagliari ha segnato quattro reti di testa in campionato (primato), lo stesso numero di marcature subite dagli uomini di Semplici da conclusioni fuori area.  

La Spal è l’unica squadra ad aver sempre perso alla Sardegna Arena (due gare) ed è reduce da quattro k.o. consecutivi in trasferta; i rossoblù nei cinque precedenti di Serie A disputati nell’isola hanno ottenuto quattro successi e un pareggio. 

Il 21 aprile 2018 Nainggolan siglò contro i ferraresi (al Mazza) l’ultima marcatura in maglia giallorossa nel massimo torneo italiano.  

Sintesi dell’incontro 

Dopo un’iniziale fase di studio è il Cagliari a sbloccare il punteggio con Nainggolan (9’): sugli sviluppi di una punizione battuta dalla trequarti, la sfera arriva al belga che la stoppa di petto e da circa trenta metri la calcia di controbalzo depositandola all’incrocio. Al 15’ Rog prova ad emulare il compagno di squadra ma il suo rasoterra viene bloccato in due tempi da Berisha. La SPAL fatica a trovare le contromisure: al 30’ Kurtic svetta al centro dell’area e costringe agli straordinari Olsen. Nell’ultimo quarto d’ora della prima frazione i ritmi calano complici anche le temperature estive imperanti nel capoluogo sardo.

Nel secondo tempo permangono le difficoltà offensive dei biancoazzurri: la solida retroguardia avversaria è un ostacolo insormontabile per gli uomini di Semplici. Al 64’ il palo nega la seconda gioia a Nainggolan, autore dell’ennesima prodezza al volo da fuori area. Al 67’ Faragò sigla il raddoppio: Floccari (pressato dal n°24 e da Simeone) perde il pallone nella propria trequarti e spiana la strada al classe ‘83, implacabile davanti a Berisha. Al 73’ l’estremo difensore ferrarese si supera su una conclusione dalla distanza di Rog deviata da Missiroli. Nei tre minuti di recupero concessi da Chiffi latitano le emozioni. Alla Sardegna Arena termina 2-0

Dopo il triplice fischio 

Il Cagliari vince meritatamente in virtù di una prestazione concreta, a tratti resa spettacolare dalle giocate e dalle accelerazioni di Nandez e Nainggolan. Il sigillo del belga è una perla rara che merita di essere apprezzata da diverse angolature.

Insufficiente, nel complesso, la prestazione della SPAL. Ad eccezione dell’intraprendente Kurtic, l’undici di Semplici è apparso privo di idee in zona offensiva.

Paolo A.G. Pinna 

Fonte foto: Gettyimages.it

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.