Home News Il Boxing Day sorride alla Roma: Sassuolo battuto 3-1. Analisi e pagelle

Il Boxing Day sorride alla Roma: Sassuolo battuto 3-1. Analisi e pagelle

0

I giallorossi tornano alla vittoria contro il Sassuolo. Sugli scudi Schick

Il Boxing Day fa bene alla Roma. Dopo lo sconfitta contro la Juventus, i giallorossi sono obbligati a vincere, per non perder d’occhio l’obiettivo Champions e per salvare la panchina a DI Francesco, che incontra il suo passato , quel Sassuolo che oggi precede i capitolini in classifica.

Contro i neroverdi, il tecnico romanista ritrova Perotti dal primi minuto, lanciandolo largo a sinistra nel 4-2-3-1. Di punta Schick. Soltanto panchina per Dzeko ed El Shaarawy. Il match inizia subito forte, con Berardi che sfiora il vantaggio dopo pochi minuti provando a beffare Olsen da lontanissimo, trovando il pronto riflesso dello svedese. Al quinto la Roma affonda, con Schick che viene atterrato in area e l’arbitro Giacomelli che indica il dischetto. Dagli 11 metri è perfetto Perotti, che torna così al gol dopo un inizio di stagione difficile. La squadra di De Zerbi è però viva e mette pressione ai giallorossi, che rischiano di subire il pareggio per la deviazione involontaria di Schick verso la sua porta sugli sviluppi di un corner, con la palla che sbatte sulla traversa interna. Sul fonte opposto ci prova Under, il cui diagonale mancino dal limite esce di poco. È il preludio al raddoppio, perchè al 23′ lo stesso Schick si invola verso la porta imbeccato da Cristante, salta Consigli e deposita a rete per il 2-0. Da lì la squadra Di Francesco controlla bene il match, pressando alto il Sassuolo e presentandosi più volte al tiro, non riuscendo però a centrare il bersaglio. Si arriva così alla ripresa, con la Roma che parte ancora bene. Schick ha l’occasione di triplicare, ma di testa, da pochi passi, impatta male dagli sviluppi di un calcio di punizione laterale. Il 3-0 arriva comunque grazie ad una perla di Zaniolo, che va via sulla fascia destra arrivando sin dentro l’area di rigore, mettendo a sedere difensore portiere e battendo quest’ultimo con un leggero tocco sotto. La Roma da lì controlla, distraendosi soltanto nel finale subendo il gol di Babacar. Termina 3-1.

Prestazione convincente per la Roma, una delle migliori della stagione. I giallorossi danno continuità al secondo tempo di Torino, mettendo in mostra una gara fatta di pressing alto, verticalizzazioni e un buon fraseggio nello stretto. Buone notizie da Perotti, arma mancata fin qui a Di Francesco. L’unico neo della serata il gol subito nel finale, che non permette il clean sheet, con la squadra che continua subire gol. L’ultima volta che non ha mantenuto la porta inviolata, infatti, era all’ottava giornata contro l’Empoli. Il quarto posto ora dista 4 punti, e DI Fra, al momento, è un po’ più sereno.

Passo indietro, invece, per il Sassuolo, che dopo un buon inizio si è spento sotto i colpi della Roma. È mancata determinazione e il gioco spumeggiante visto nelle giornate precedenti. La classifica, comunque, sorride ancora agli emiliani.

LE DICHIARAZIONI DI DI FRANCESCO

“Devo dire che a livello tecnico è stata forse la prestazione migliore dell’anno, mi spiace per il gol nel finale. Ma siamo sulla strada giusta e ho rivisto tante cose interessanti. Ci sarebbero tante cose da dire ma il tempo è poco.  Si fa fatica quando mancano giocatori, a me piace dare continuità a un sistema di gioco innanzitutto e dare delle certezze. Con grande disponibilità i ragazzi si sono messi in discussione”. 

LE PAGELLE DELLA ROMA

Olsen 6: Subisce gol nel finale, quando già si pregustava il clean sheet.

Florenzi 6: Spinge costantemente nel primo tempo, si vede meno nella ripresa.

Manolas 6,5: Non sbaglia praticamente nulla. Chiusure col tempo giusto e concentrazione massima, eccezion fatta per il finale, che fa infuriare DI Francesco.

Fazio 6: Ritrova una prova discreta, strappando la sufficienza.

Kolarov 6: Ritarda troppo la giocata e appare leggermente arrugginito. Il suo contributo, comunque, non manca mai.

Nzonzi 6,5: Ordine e disciplina. Utilissimo in mezzo al campo, pur senza eccessi.

Cristante 6,5: Un passo avanti, gara dopo gara. Si sta prendendo il centrocampo giallorosso, in cui è sempre più protagonista.

Under 5,5: Spesso evanescente, poco incisivo.

Perotti 6,5: Il gol su rigore una liberazione. Per caratteristiche mancava come il pane a questa Roma. Di Fra se lo gode.

Zaniolo 7: Primo tempo di sacrificio, la qualità la lascia alla ripresa, quando si inventa il gol che mette in cassaforte il match. Il primo in A.

Schick 7:  Forse la miglior prova da quando è in giallorosso. Un rigore guadagnato, un gol e personalità in crescendo. Segnale importante.

Di Francesco 7: I suoi interpretano al meglio la gara, come voleva il tecnico. Pressing alto e sacrificio, e soprattutto con la mente sgombera. Peccato per il finale, ma la strada è quella giusta.

Federico Leoni

fonte foto: corrieredellosport.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.