Home News Hellas Verona Genoa, nessuna rete ma un super Perin salva il risultato

Hellas Verona Genoa, nessuna rete ma un super Perin salva il risultato

0

Ottima la prestazione del portiere rossoblù a rispondere colpo su colpo alle iniziative scaligere

Verona: Silvestri; Lovato, Ceccherini, Empereur (66′ Dimarco); Faraoni, Tameze (81′ Salcedo), Vieira, Lazovic; Colley (81′ Zaccagni), Ilic; Favilli (60′ Kalinic). All. Juric

Genoa: Perin; Zapata, Bani (69′ Goldaniga), Masiello; Ghiglione, Radovanovic, Badelj (79′ Behrami), Rovella (79′ Parigini), Czyborra; Pandev (79′ Steve), Shomurodov (64′ Scamacca). All. Maran

Il posticipo della quarta giornata di Serie A al Bentegodi mette in scena una partita tutto sommato equilibrata. Cosa questa per niente scontata viste le assenze che continuano a funestare la squadra di Maran, con Criscito, Lerager e Zappacosta costretti ancora fuori.

Dovendo tirare le somme a mettere in piedi un incontro più convincente sono sicuramente i padroni di casa che, pur senza aver dominato, hanno creato molte più occasioni rispetto agli avversari.

La parte iniziale del primo tempo scivola senza troppi colpi di scena sino al ventesimo, quando le due formazioni in campo dopo una iniziale fase di studio, cominciano a prendere sempre più iniziativa, si parte dal controllo sbagliato di Perin che viene graziato solo dal ritardo di Favilli.

Risponde subito il Genoa con una verticale per Shomurodov che svirgola, però, male dal centro dell’area senza riuscire ad essere veramente pericoloso.

Bisogna però aspettare la mezz’ora per avere le prime vere occasioni da entrambe le squadre. Al dribbling di Pandev, che riesce a saltare magistralmente tre avversari salvo arenarsi di fronte a Silvestri, risponde subito dopo il contropiede di Colley terminato con una bordata inefficace dalla distanza.

Segue quindi la schiacciata di testa di Favilli pochi minuti prima dell’intervallo.

Ripresa decisamente diversa con l’undici di Juric che pressa con più insistenza senza riuscire però a trovare la rete. Prima vera occasione ancora una volta intorno alla mezz’ora quando il neo entrato Kalinic improvvisa un pericoloso colpo di tacco.

Segue quindi un pressing continuo da parte dei gialloblù interrotto solo dal tentativo genoano di uscire da parte della coppia Ghiglione e Scamacca.

L’unica vera palla gol del secondo tempo è, a cinque minuti dallo scadere, il colpo di testa di Faraoni che viene bloccato però dalla prontezza di riflessi dell’estremo difensore avversario.

Proprio Perin è l’uomo partita, mostrando durante l’incontro una crescita decisiva nonostante le incertezze iniziali.

Il Genoa riesce anche grazie al suo portiere a portare a casa un punto prezioso nonostante le ultime settimane travagliate, dimostrando così possibilità di raggiungere la salvezza con ampio margine.

Il Verona invece conferma un alto livello di gioco anche a fronte delle numerose cessioni estive, unica pecca il gol mancato che potrà arrivare solo se mister Juric riuscirà a riportare Kalinic ai livelli di Firenze.

Fonti foto: CalcioMercato.com Passione del Calcio

Guglielmo M. Crostelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.