Home News Genoa e Milan viaggiano nel tempo: quanti corsi e ricorsi!

Genoa e Milan viaggiano nel tempo: quanti corsi e ricorsi!

1
fonte foto: Atalantini.online

Rossoneri e rossoblù hanno condiviso negli ultimi anni innumerevoli rapporti di campo e di mercato. Sabato sera la sfida che potrebbe seriamente compromettere una delle due panchine

Le premesse – Amici da sempre, nemici per una notte. Milan e Genoa si troveranno nell’anticipo della settima giornata di Serie A faccia a faccia in uno scontro fratricida che potrebbe portare ad un imminente esonero. Da una parte del ring, Aurelio Andreazzoli, 5 punti in 6 gare per il suo Genoa: terzultimo, unica vittoria a Marassi (teatro della sfida di sabato) contro la Fiorentina. Dall’altra, Marco Giampaolo (3 anni al Ferraris sponda Samp), sedicesimo in classifica con 6 punti (frutto delle vittorie contro le modeste Brescia e Verona).
La dimensione dell’inizio catastrofico rossonero ci è data dal fatto che il Diavolo, dovesse perdere, potrebbe appaiarsi all’ultimo gradino della classifica se chi gli sta sotto dovesse ottenere risultati favorevoli.

Come in campo? – Andreazzoli si affiderà ad una difesa a 3 con il rilancio dell’ex Cristian Zapata affiancato da Criscito e Romero. Ghiglione e Pajac sugli esterni, licenza di uccidere concessa in avanti a Pinamonti e Kouame. Schone, Radovanovic e Lerager in mediana.
Giampaolo sembra possa riconcedere fiducia alla formazione anti Fiorentina che tanto male ha fatto domenica scorsa, con Duarte che rimpiazzerà lo squalificato Musacchio. Scalpita Paquetà, avvertiti Kessiè e Chalanoglu. Piatek avrà le chiavi dell’attacco affiancato da Suso e Leao.

Ehy Doc! – Se Martin McFly accendesse oggi la sua DeLorean e accellerasse da Milano a 88 miglia orarie direzione Genova, (ri)scoprirebbe che in realtà le due città hanno in comune un curioso caso calcistico: i loro club più antichi posseggono il record in Serie A di giocatori scambiati tra le rispettive rose. Un rapporto di reciproci favori sul mercato che dal 2003 ad oggi han portato Milan e Genoa a trasferire un totale di 117,2 milioni di euro biunivocamente da cassa a cassa. 34 i giocatori scambiati, tra cui l’ultimo in ordine cronologico (Piatek) è anche il più costoso (35 mln versati nelle casse del club di Preziosi lo scorso gennaio).

Insieme al polacco, la lista -che vi proponiamo integralmente analizzando 16 anni di scambi- comprende, oltre a calciatori in cerca di riscatto anche giocatori di spessore e meteore clamorose. Non sono presenti i giocatori che hanno vestito entrambe le maglie ma che non hanno fatto il passaggio diretto di casacca (vedi Bonucci e Taraabt) o quelli che si sono accasati dopo lo svincolo (vedi Zapata).
Li ricordi tutti? – Alberto Paloschi, Alessandro Matri, Alexander Merkel, Antonio Donnarumma, Davide Di Gennaro, Francesco Acerbi, Giacomo Beretta, Giacomo Lucarini, Gianmarco Zigoni, Johad Ferretti, Juraj Kucka, Kakhaber Kaladze, Kevin Constant, Kevin Prince Boateng, Luca Antonelli, Luca Antonini, Lucas Ocampos, Marco Amelia, Marco Borriello, Mario Sampirisi, Matteo Chinellato, M’baye Niang, Nicola Pasini, Paolo Ghiglione, Rodney Strasser, Sokratis Papastatopoulos, Stefan El Shaarawy, Suso, Valter Birsa, Nnamdi Oduamadi, Gianluca Lapadula e Andrea Bertolacci.

Renato De Filippi

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.