Home News Focus serie B – Iemmello e i suoi “fratelli”, ecco chi ha...

Focus serie B – Iemmello e i suoi “fratelli”, ecco chi ha il piede più caldo del torneo

1
Fonte derbyderbyderby.it

Le 28 giornate giocate hanno messo in luce diversi giocatori che si sono distinti a suon di gol, chissà che qualcuno non sia pronto al salto di categoria

La classifica marcatori parla chiaro, in serie B ci sono ottime bocche da fuoco, alcune sono conferme, altre sorprese. L’emergenza in cui versa l’Italia ha cristallizzato la graduatoria ma si può fare un’analisi di chi è arrivato in doppia cifra fino ad oggi, potrebbe essere che qualcuno di loro venga scelto per giocarsela l’anno prossimo in massima serie, sempre che non ci arrivi con la propria squadra. Ecco nel dettaglio i bomber che hanno raggiunto o superato quota 10 gol.

Pietro Iemmello (Perugia), 17 reti. L’attaccante della squadra umbra comanda la classifica, ben 9 segnature, comunque, sono arrivate su calcio di rigore. Iemmello ha già giocato in serie A e non è detto che questa stagione sugli scudi non gli permetta di tornarci. Nella massima serie con il Sassuolo segna il suo primo gol nella stagione 16/17 e si può fregiare di una doppietta, la sua prima in A, a San Siro contro l’Inter. La sua squadra non ha un rendimento da promozione lui però continua a segnare.

Stefano Pettinari (Trapani), 14 reti. Bottino di reti senza un penalty, vuole provare a salvare il club siciliano dalla retrocessione. Cresciuto nelle giovanili della Roma, con cui ha una presenza in A, è in cadetteria che ha passato il più delle sue stagioni. Dopo le sei presenze nel massimo campionato con il Pescara quattro anni fa chissà che non voglia mettersi in luce e convincere qualcuno a dargli un’altra possibilità.

Francesco Forte (Juve Stabia) e Nwankwo “Simy” (Crotone), 13 reti. Il primo sta stupendo tutti insieme alla sua Juve Stabia, il secondo è una piacevole conferma. Forte si trova a soli tre gol dal suo record personale quando andò a segno 15 volte con la maglia della Lucchese in serie C nella stagione 16/17. Simy vuole riportare in serie A il Crotone dove ha già segnato 10 gol in due stagioni, spettacolare quella in rovesciata alla Juventus. L’anno scorso si è fermato a quota 14 fallendo la promozione dalla B, quest’anno è arrivato a 13 e non vorrebbe fermarsi proprio ora.

Cristian Galano (Pescara), 12 reti. Può giocare ovunque in attacco ma lui è propriamente un’ala. Galano ha passato gran parte della sua carriera in Puglia, dov’è nato e cresciuto, mostrando grandi numeri. Soprannominato “Robben” alla tecnica ha sempre abbinato il saper fare gol. La sua miglior stagione in fase realizzativa è stata quella 17/18 con la maglia del Bari quando firmò 14 reti in campionato, era pronto a superarle ma l’emergenza lo ha fermato. Lui spera che possa ancora migliorare il suo score quest’anno.

Davide Diaw (Cittadella), 11 reti. L’anno scorso una sorpresa, questo una gradita conferma. Arrivato in doppia cifra sta mostrando ancora ottimi numeri il 28enne friulano di origine senegalese. La stagione passata iniziò con la Virtus Entella per poi trasferirsi al Cittadella e il suo bottino fu in totale di 8 segnature, comprensive di playoff. Quest’anno ha già migliorato ed è pronto a stupire così come il suo Cittadella, ormai realtà fissa ai piani alti della B.

Giuseppe De Luca (Virtus Entella) e Michele Marconi (Pisa), 10 reti. Due profili opposti ma appaiati con le stesse reti. De Luca è una vecchia conoscenza della serie A, infatti esordì nel massimo campionato con l’Atalanta giocando anche un discreto numero di match, andando a segno sei volte in due stagioni. Poi tre stagioni al Bari e un girovagare che lo ha portato oggi a Chiavari dove sta trovando la porta con regolarità. Marconi, dal canto suo, ha vissuto invece sempre tra serie C e B. Unico punto in comune con De Luca l’esordio in A con l’Atalanta. Meno fortuna per lui, sette match e un solo gol segnato al Genoa con Del Neri in panchina. Dopo quell’esperienza è iniziato il suo giro d’Italia fino all’arrivo due anni fa al Pisa con cui ha guadagnato la B e oggi lo porta ad essere il miglior marcatore della squadra.

Come andrà a finire non è dato saperlo, soprattutto se si tornerà a giocare. La speranza di tutti è che si possa concludere la stagione in corso, in serie B hanno ancora tutti voglia di stupire.

Glauco Dusso

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.