Home News Fiorentina, un’estate di attese e di Battaglia

Fiorentina, un’estate di attese e di Battaglia

0
CONDIVIDI
Rodrigo Battaglia, centrocampista dello Sporting Lisbona seguito dalla Fiorentina

Il club viola aspetta l’ufficialità della partecipazione ai preliminari di Europa League. Capitolo mercato, vicinissimo Pasalic. Si segue il centrocampista dello Sporting Lisbona e non solo…

Una parola più di ogni altra caratterizza l’estate della Fiorentina: attesa. Punto primo, si attende che finisca il Mondiale per portare a termine delle trattative che sono in ballo da tempo, Pjaca in primis. In secondo luogo, si attende una data ben precisa: il 19 luglio. Il giorno in cui il Tas si pronuncerà definitivamente in merito all’esclusione del Milan dall’Europa League, cosa che interessa da vicino la Fiorentina (così come l’Atalanta). Qualora la sentenza fosse confermata, infatti, i viola “erediterebbero” dai bergamaschi (a quel punto qualificati ai gironi al posto dei rossoneri) l’avversario nel secondo turno preliminare della competizione, una fra Banants (Armenia) e Sarajevo (Bosnia), con esordio dei gigliati il prossimo 26 luglio.

Nel ritiro di Moena, iniziato sabato, l’organico a disposizione di Stefano Pioli non è certo quello che il mister auspicava, sia nel numero che nella qualità. L’allenatore nato a Parma sperava in un roster completo nell’80% dei suoi effettivi allo start del ritiro, anche in vista del probabile impegno ufficiale sopra citato. Così non è stato. Quindi, i tifosi viola hanno dovuto fare di necessità virtù puntando le fotocamere degli smartphone sul portiere Lafont, classe 1999 acquistato dal Tolosa. Le chiavi della porta sono affidate ai suoi guantoni mentre in difesa Hancko, prelevato dallo Zilina, proverà a farsi largo nella concorrenza rappresentata dai vari Pezzella (riscattato dal Betis), Milenkovic e Vitor Hugo. Chi non può aspettare è lo stesso Pioli che nel frattempo sta lavorando con il materiale a disposizione ricorrendo anche ad esperimenti tattici come l’arretramento di Veretout e Cristoforo per fare le veci provvisorie di Badelj. Il sostituto del croato però arriverà e il nome buono potrebbe essere quello di Rodrigo Battaglia. Per assicurarsi l’argentino con passaporto italiano i viola dovranno trovare l’accordo con lo Sporting Lisbona. Il casting qui però è allargato anche a Berge, centrocampista norvegese del Genk, e Soucek (mediano dello Slavia Praga), due profili monitorati dal ds Corvino, la cui manovra deve però fare i conti con un budget a disposizione non esattamente faraonico.

Per questo motivo non sarà facile arrivare a Domenico Berardi su cui l’interesse viola c’è ma si scontra con le richieste neroverdi: 30 milioni secondo quanto riporta Sky Sport. Il rinforzo più probabile allora risponde al nome di Mario Pasalic per cui la Fiorentina avrebbe trovato l’accordo con il Chelsea, basato su prestito con diritto di riscatto.

Il croato rappresenta solo un tassello, la Fiorentina ancora “deve farsi” ma con una spina dorsale formata dai vari Pezzella, Milenkovic, Veretout, Chiesa e Simeone (mercato in uscita permettendo) si può essere positivi. L’auspicio dei tifosi è che la loro pazienza, nell’estate delle lunghe attese, sia presto ripagata da colpi con la “C” maiuscola per far brillare il viola sia in campionato che – presumibilmente – in Europa.

Fonte foto: beinsports.com

Federico Vitaletti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.