Home News Fiorentina, dal mercato super upgrade. Si può pensare in grande

Fiorentina, dal mercato super upgrade. Si può pensare in grande

0
Fonte foto: GDM

Viola protagonisti con un paio di acquisti niente male. Oggi in sede sia Jovic che Gollini. Italiano può migliorare la stagione passata

Davanti alle regine incontrastate del mercato italiano, Inter e Juventus, bisogna registrare anche l’accuratezza della Fiorentina. Proprio questo aggettivo è perfettamente adatto per descrivere le mosse dei viola. Ad oggi 8 luglio, la Fiorentina è stata protagonista di una campagna di rafforzamento decisamente positiva e pensare che fino a qualche settimana, si parlava di rottura tra Vincenzo Italiano e Rocco Commisso. Appianate le divergenze fra i due, il treno viola ha iniziato a macinare chilometri su chilometri sotto la guida sicura ed esperta di Daniele Pradè. L’obiettivo era quello di rinforzare la rosa dello scorso anno e consegnare nelle mani di Italiano una squadra da Europa. Detto fatto.

UPGRADE VIOLA

Il senso di accuratezza percepito nelle righe precedenti appare ben chiaro se si da un’occhiata alla tabella acquisti e cessioni. La Fiorentina, rispetto alla rosa che ha chiuso al settimo posto in campionato e dunque in Conference League, ha perso tre pedine fondamentali: Odriozola, Torreira e Piatek. Tutti e tre ritornati nei rispettivi club di appartenenza. Cessioni sopperite da tre acquisti di grandissimo calibro: Dodò, Mandragora e Jovic. Giocatori di caratura internazionale sia il brasiliano che il serbo con anni d’esperienza in Champions ed Europa League. Upgrade che investirà anche la porta con l’arrivo di Pierluigi Gollini (oggi in sede, insieme a Jovic). Proprio la porta è stato uno dei problemi più complicati da risolvere per Italiano, il quale ha iniziato la stagione con Dragowski per poi finirla con Terracciano. Il risultato: poteva andare sicuramente meglio!

DOVE PUO’ ARRIVARE

La domanda sorge legittima: dove può arrivare la nuova Fiorentina? E’ vero bisogna ancora aspettare la fine del calciomercato (1 settembre). C’è da sciogliere il nodo Nikola Milenkovic, finito nel mirino di Inter, Napoli e Juventus, e conseguentemente trovarne un sostituto all’altezza, ma ad oggi, le aspettative verso la Fiorentina iniziano ad essere piuttosto importanti. Il palcoscenico della Conference League sarà una cartolina niente male per i tifosi del Franchi, che dopo anni ritrovano il sapore dell’Europa. Occhio anche al campionato. Mai come quest’anno, la Serie A potrebbe regalarci qualcosa di sorprendente. E’ vero Inter e Juventus, senza dimenticare il Milan campione, lotteranno sin da subito per il titolo, però l’intermezzo del Mondiale in Qatar non è un fattore da sottovalutare. L’obiettivo non dichiarato dalla Fiorentina (almeno inizialmente) dovrà essere la Champions League. Con una campagna acquisti tale – e che tridente: Ikone, Jovic, Gonzalez – sognare diventa più che lecito.

Sandro Caramazza

Articolo precedenteTutto Molto Bello | Calcio italiano. Paesaggio dopo la battaglia
Prossimo articoloRoma, il nuovo stadio si farà alla periferia est

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.