Home News Fiorentina-Atalanta 1-2, vendetta servita per gli orobici: l’analisi della partita

Fiorentina-Atalanta 1-2, vendetta servita per gli orobici: l’analisi della partita

1

I ragazzi di Gasperini riscattano l’eliminazione dalla Coppa Italia e approfittano del ko della Roma volando a +3 sui giallorossi. Chiesa illude i viola, Zapata e Malinkovskyi firmano la rimonta nerazzurra. Per la Dea 61 gol in 23 partite: nessuno meglio dalla stagione 1959-60

FIRENZE – Vendetta servita. L’Atalanta espugna il Franchi di Firenze battendo 2-1 la Fiorentina, vendicando così la recente eliminazione dalla Coppa Italia, subita proprio dai viola lo scorso 15 gennaio con lo stesso punteggio. A segno Chiesa, Zapata e Malinovskyi: orobici ora a +3 dalla Roma al quarto posto.

Iachini ritrova Castrovilli, in attacco Cutrone preferito a Vlahovic. Gasperini cambia sulla corsia destra: Castagne per Hateboer, assente de Roon in mediana. La partita la fanno gli ospiti: Pasalic fallisce un rigore in movimento e così, secondo la più antica legge del calcio, il gol lo fanno gli avversari. Merito di Chiesa che, poco dopo la mezzora, fulmina dalla distanza un Gollini non perfetto.

Nella ripresa però la musica cambia: pronti-via, Duvan Zapata è il più lesto di tutti a ribattere in porta il tiro di Gomez respinto da Dragowski. Iachini toglie uno spento Cutrone per Vlahovic, ma le occasioni latitano. La mossa vincente la trova Gasperini che al 64′ inserisce Malinovsky per Pasalic e, 8 minuti dopo, il centrocampista ucraino trova dal limite l’angolino vincente, sorprendendo un non perfetto Dragowski. L’assalto finale viola non porta esiti, soltanto Chiesa sfiora la traversa con un missile dalla distanza.

COMMENTO
Per la Fiorentina doccia fredda perché era riuscita a chiudere in vantaggio il primo tempo pur non giocando al meglio. Sull’1-1 poteva essere gestito meglio il risultato. E Cutrone, per ora, non sta rendendo secondo le aspettative. Settimana da incorniciare invece per Gasperini che, dopo aver vinto lunedì la panchina d’oro, si gode questi 3 punti fondamentali per staccare la Roma al quarto posto. Mai l’Atalanta aveva totalizzato, in questo punto della stagione, 43 punti. Da segnalare inoltre che gli orobici hanno siglato 61 gol in 23 partite di Serie A: nessuno faceva meglio della Juventus nella stagione 1959-60. Chapeau.

Fonte foto: sportal.it, bergamonews.it, gianlucadimarzio.com

Francesco Carci

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.