Home News FIFA e UEFA alzano i montepremi delle nuove formule della Coppa del...

FIFA e UEFA alzano i montepremi delle nuove formule della Coppa del mondo per club e della Champions League

   Tempo di lettura 4 minuti

Si combatte la Superlega in ogni modo, anche aumentando considerevolmente le quote economiche per la partecipazione e per il superamento delle varie fasi delle due competizioni che, nel 2025, esordiranno con i format già lungamente annunciati

Soldi, Soldi, Soldi, quanti soldi, lodati siano i soldi, i beneamati soldi perché, chi ha tanti soldi vive come un pascià… iniziava così una vecchia canzone di Betty Curtis ed è questo che FIFA e UEFA avranno pensato: “ci vogliono tanti soldi”, perché con i soldi non si vive soltanto come un Pascià, ma si creano amicizie, sodalizi, si vincono faide, guerre e tanto altro. Sicuramente dare più soldi ai club aiuterà a tenerseli stretti e buoni, servirà a rendere più appetitose le competizioni e, probabilmente, porterà anche ad una sempre maggiore disparità tra i grandi club e quelli di media e bassa fascia che, purtroppo, avranno sempre e comunque poche chance di partecipare alle competizioni più remunerative. Vediamo di fornire qualche dato, così da rendere un tantino più chiaro il concetto. La FIFA, per la Coppa del mondo per club, stanzierà 2,5 miliardi di Euro, con il premio per la vincitrice pari a 100 milioni. La sola partecipazione quindi, anche se si venisse eliminati subito, porterebbe comunque ad un incasso di ben 50 milioni. La UEFA, dal canto suo, ha deciso di aumentare il montepremi della Champions League di circa il 30%, portandolo a 2.5 miliardi di euro e, in questo caso, la sola partecipazione alla prima fase, porterà 20 milioni ai club, 25 milioni invece solo per la vittoria finale.

Quante lacrime si versano ogni domenica, nelle interviste post partita, come in ogni altra occasione, sull’alto numero di partite da giocare e le conseguenze sui calciatori, sulla preparazione degli incontri e chi più ne ha, più ne metta. Siamo sicuri che la pioggia di denaro in arrivo, porterà ad un cambiamento di rotta anche nelle dichiarazioni degli addetti ai lavori. Il cambiamento però non sarà solo nelle parole dette ai vari microfoni, ma ci sarà un cambiamento sostanzioso anche nel divario tra i club più forti che parteciperanno alle due competizioni suddette e tutti gli altri. La distanza si amplierà sempre più, perché, come sottolineato, è il denaro che fa la differenza in ogni dove e ci sarà chi potrà permettersi di spendere e spandere, ancor più di oggi. Siamo quasi sicuri che i prezzi dei calciatori lieviteranno con ancor più facilità ed i piccoli club dovranno sperare di tirare fuori dal cilindro sempre più calciatori di talento, almeno per avere la speranza di mantenere una seppur minima competitività.

Trofeo Mondiale per Club

Un altro fattore che appare subito evidente è che bisognerà mettere mano al regolamento, perché se il mercato farà un salto in avanti grazie al maggior giro economico dei top club, ci sarà anche da rivedere e correggere la scadenza dei contratti perché, la Coppa del mondo per club FIFA 2025, si giocherà dal 15 giugno al 13 luglio 2025 negli USA, ma con città e stadi ancora da definire. Quello che salta subito agli occhi è, appunto, che i contratti scadono al 30 di giugno e quindi c’è la necessità di allungare tale scadenza. Naturalmente questo consentirebbe ad eventuali calciatori ceduti, di prendere parte alla competizione, ma non darebbe la possibilità ai nuovi club magari di averli subito a disposizione. Si potrà forse risolvere tutto con… i soldi?

Fonti foto: calcioefinanza.it; calciomercato.com

Luigi A. Cerbara

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.