Home News Federico Chiesa l’uragano

Federico Chiesa l’uragano

0

Euro 2020 è stata la manifestazione che ha consacrato definitivamente l’attaccante della Juventus, che ora vuole tornare protagonista anche con i bianconeri

E’ partito dalla panchina, ma una volta entrato in campo ha scalato rapidamente le gerarchie della nazionale italiana diventando imprescindibile per Roberto Mancini. L’Europeo di Federico Chiesa è stato un crescendo rossiniano in cui l’ex giocatore della Fiorentina ha innalzato il livello delle sue prestazioni man mano che si alzava il livello delle singole partite.

Il figlio di Enrico ha risolto l’ottavo di finale contro l’Austria, sbloccando una partita difficilissima all’inizio dei supplementari e realizzando un record unico: lui e suo padre infatti sono stati l’unica coppia padre-figlio nella storia delle nazionali a segnare entrambi in un Europeo. Col Belgio poi è stato promosso titolare giocando una buona gara e con la Spagna in semifinale ha di nuovo segnato la rete dell’1-0, una delle più belle di tutta la competizione. Con l’Inghilterra infine, è stato di gran lunga il più pericoloso degli Azzurri fino a che non è stato sostituito. Senza dubbio il rinvio di Euro 2020 a causa della pandemia ha dato a Chiesa la possibilità di maturare ancora di più come calciatore, di affinare i suoi pregi e smussare i suoi difetti. Un anno fa, prima di approdare alla Juventus, non era certo al livello attuale. Ora è un giocatore completo, ma soprattutto decisivo. Vederlo giocare è davvero una goduria, trasmette un entusiasmo, un’energia ed una grinta trascinanti. Certe volte sembra come una di quelle forze della natura inesorabili, che non si possono fermare o rallentare in alcun modo, che sai che si abbatteranno sugli altri lasciandoli inermi e disorientati dopo il suo passaggio. A questo strapotere atletico Chiesa ha affiancato una lucidità che gli permette di azzeccare spesso e volentieri la scelta giusta da fare in campo nel momento più opportuno. Gambe e cervello, il motore di una Ferrari assemblato in un computer della Nasa.

Ora lo attende di nuovo la Serie A, con la Juventus che stando alle ultime voci di mercato avrebbe rifiutato offerte a tre cifre provenienti dall’estero, in particolare dalla Premier League. Scelta giusta, Chiesa è un patrimonio del calcio italiano e se da un lato il presente gli sorride dall’altro il suo futuro sembra ancora più luminoso.

Luca Missori

(Fonte immagine: Sport.virgilio.it)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.