Home News Europa League, Cluj Lazio 2-1, Bastos non basta, capitolini ko. Analisi e...

Europa League, Cluj Lazio 2-1, Bastos non basta, capitolini ko. Analisi e pagelle

1
CLUJ-NAPOCA, ROMANIA - SEPTEMBER 19: Billel Omrani of CFR Cluj scores a second goal during the UEFA Europa League group E match between CFR Cluj and Lazio Roma at Dr.-Constantin-Radulescu-Stadium on September 19, 2019 in Cluj-Napoca, Romania. (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

I biancocelesti perdono la prima in Romania causa un secondo tempo ancora sotto le aspettative

La Lazio paga un’altra ripresa sottotono e perde 2 a 1 sul campo del Cluj. Inutile il momentaneo vantaggio firmato da Bastos, i romeni prima la pareggiano sul finire del primo tempo con il penalty di Deac e poi la vincono con la rete di Omrani nella ripresa. Brutto esordio per i capitolini, pareggio per 1 a 1 nell’altra partita del girone tra Rennes e Celtic.

Nelle file biancocelesti, fuori Immobile, Luis Alberto, Radu e Lulic, dentro Caicedo, Berisha, Vavro e Jony. Nei romeni attacco affidato al duo Traore-Deac.

MEGLIO LA LAZIO MA SOLO PARI

Primo tempo divertente al Costantine Radulescu di Cluj con una Lazio, superiore tecnicamente e per larghi tratti padrona del campo ma con dei padroni di casa, sempre in palla e reattivi. La prima occasione del match è di marchio biancoceleste, con Milinkovic Savic, che al minuto 13’ sfiora la rete del vantaggio su un’invitante cross del sorprendente Jony (migliore in campo dei 45’di gioco). Due minuti più tardi è la volta di Correa, che va via sulla trequarti ma il suo sinistro arriva debole tra le braccia di Arlauskis. I biancocelesti alzano i giri del motore e al 25’esimo sbloccano la gara: altro gran cross dalla corsia sinistra di Jony e puntuale tap-in sotto porta dell’angolano Bastos. I ragazzi di Inzaghi non mollano la presa e alla mezz’ora vanno vicini alla rete del raddoppio con l’altro esterno tutta fascia Manuel Lazzari, che invitato in area dal lancio di Correa, spreca tutto calciando alto sopra la traversa. Ed ecco che la dura legge del football condanna i capitolini, gol mangiato-gol subito: minuto 40’ atterramento in area biancoceleste di Leiva su Djokovic, per il signor Stefanski è calcio di rigore (Var assente in EL), dal dischetto perfetta esecuzione di Deac che spiazza Strakosha. Vano l’ultimo tentativo laziale del primo tempo con Milinkovic, che su palla inattiva sfiora di poco la rete dell’immediato sorpasso.

LA DIFESA SBAGLIA, OMRANI PUNISCE

Ripresa amara per la Lazio, che esce dagli spogliatoi con la stessa testa di domenica scorsa contro la Spal, complicandosi la gara e dando maggior spazio agli avversari. Il primo sussulto a dimostrazione della scarsa tenuta mentale dei ragazzi di Inzaghi arriva al minuto 51’ quando l’autore del gol biancoceleste Bastos sbaglia clamorosamente una facile chiusura mandando in porta il francese Omrani, che da ghiotta posizione spreca graziando Strakosha. La reazione dei capitolini porta la firma ancora dell’esterno Jony, che dai 25 metri impensierisce Arlauskis con una grande conclusione di sinistro. Al minuto 75’ ecco la beffa: scambio veloce del Cluj, uscita mancata di Vavro su Paun, che innesca in mezzo Omrani, il cui tiro prima prende la traversa e poi sul campanile, l’esterno francese anticipa tutti facendo 2 a 1. La Lazio fa fatica a reagire e nonostante una punta in più (il giovane Adekanye entrato al posto di Bastos) non riesce a sfondare il muro romeno. Il match termina dopo quattro minuti di recupero sul punteggio di 2 a 1 per il Cluj.

Una Lazio double-face con un buon primo tempo e un secondo da dimenticare. Il monito di Inzaghi non ha avuto alcun effetto, come domenica contro la Spal, la squadra capitolina spreca tutto il bene fatto nei primi 45’ di gioco, perdendo ancora una volta il match nella ripresa. Per il resto, bene il nuovo acquisto Jony, sottotono invece Correa e Caicedo. Più che nella qualità e nella fisicità, la Lazio ha da lavorare tanto mentalmente.

Ottima prestazione della squadra di Dan Petrescu che con un attacco molto veloce e intraprendente può dire la sua in questo girone E.

PAGELLE

Strakosha: 6 Poteva fare poco o nulla nei due gol presi, nel primo spiazzato molto bene dal dischetto da Deac, nel secondo male soprattutto i suoi centrali.

Vavro: 5,5 Esordio non proprio top per il roccioso difensore slovacco. Sbaglia tanto nelle uscite, poco tranquillo. C’è ancora da lavorarci

Acerbi: 6 Il migliore della difesa biancoceleste, sul gol del 2 a 1 si trova in mezzo fra due attaccanti.

Bastos: 6 Sblocca il match con un grande anticipo,mezzo punto in meno per alcuni errori commessi nella ripresa.  (Dal 79’) Adekanye: S.V

Lazzari: 6 Bene nel primo tempo con alcuni importanti folate, poi nella ripresa troppo scontato nelle giocate e poco pericoloso

M.Savic: 6 Con la fascia al braccio è il migliore del centrocampo laziale. Va vicino al gol in due occasioni nel primo tempo, nella ripresa cala cosi come tutti i suoi compagni.

Lucas Leiva: 5,5 Mezzo punto in meno per il rigore causato, troppo ingenuo per uno con la sua grandissima intelligenza tattica

Jony: 7 Il migliore della Lazio per distacco. Sinistro fantastico e grande corsa sulla corsia di sinistra. Ok l’esordio da titolare. (Dal 79’) Lulic: S.V

Correa: 5 Non si accende mai, nessun spunto, quasi mai un tiro in porta. Se lui non va, in attacco si fa veramente poco.

Berisha: 6 Prestazione sufficiente dell’albanese, rientrante dall’infortunio. Pochi spunti ma tanto impegno. (Dal 67’) Cataldi: 6 Entra con la giusta grinta ma non è mai pericoloso.

Caicedo: 5,5 Poco servito dai compagni e pertanto poco pericoloso. Molto meglio nelle altre uscite.

Inzaghi: 5,5 Quella grinta e quell’impegno tanto osannati alla vigilia li trova nei suoi ragazzi soltanto per un tempo. Altra ripresa da rivedere.

Dichiarazioni Inzaghi

“Abbiamo pagato un altro secondo tempo non all’altezza. Non sappiamo fare dalla nostra parte gli episodi concreti e questo non va bene. Adesso testa al Parma, il pareggio tra Rennes e Celtic ci sorride, credo nella qualificazione. “

Fonte foto: Getty images

Sandro Caramazza

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.