Home News Empoli, un mese da leoni: si comincia all’Olimpico contro la Roma

Empoli, un mese da leoni: si comincia all’Olimpico contro la Roma

0

Mission impossible contro i giallorossi. Iachini ci crede

“Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare”.

Il motto immortale di un John Belushi dagli occhi spiritati e fieri per descrivere fugacemente il mese di fuoco che attende l’Empoli: lunedì contro la Roma, poi Frosinone, Juve e Napoli.

Partite da far tremare i polsi anche a un combattente come Beppe Iachini che, in trenta giorni, si gioca una stagione.

I suoi ragazzi sono a +4 sul Bologna terzultimo e lunedì affronteranno una Roma che fa davvero paura, perché ferita. Doppiamente. Prima il 3-0 rimediato nel derby contro gli arcirivali della Lazio, poi la debacle in Champions League. Una settimana da incubo per il popolo giallorosso, con Di Francesco sacrificato quale perfetto capro espiatorio e un futuro che parla il linguaggio dell’incertezza.

I giallorossi, sotto la guida di un probabile traghettatore, cercheranno contro l’Empoli di scuotersi e di rimotivare un ambiente che permane in una sorta di triste apnea.

Naturalmente gli azzurri non vorranno fare da sparring partner e, dopo il rocambolesco pareggio contro il Parma, sognano di raccogliere almeno un punticino anche all’Olimpico. Magari affidandosi alla buona stella di Ciccio Caputo, bomber da 12 goal in stagione (e siamo ancora all’alba di marzo).

Iachini avrà quasi tutti gli uomini a disposizione e cercherà di presentare un Empoli in grado di pressare e ripartire per far male a giallorossi, molto esposti dal punto di vista difensivo.

Così come ancor più esposto è l’Empoli, con una retroguardia che ha subito 51 reti fino a oggi: un’enormità motivata dalla scarsa qualità di un reparto che vede, tra i titolari, giocatori come Veseli e totem sul viale del tramonto come Silvestre.

Dopo la sfida dell’Olimpico, in campionato ci sarà lo scontro diretto contro il Frosinone, vietatissimo ai deboli di cuore.

Il match con i ciociari sarà una gara da vivere all’ultimo respiro: batterli al Castellani vorrebbe dire scacciare considerevolmente via i timori legati a una possibile retrocessione.

Gli uomini di Baroni hanno prima da risolvere la difficile sfida interna contro il Toro, è quindi probabile che in Toscana si presentino con il coltello tra i denti.

Che mese, questo mese, per gli azzurri!

Antonio Soriero

(Fonte dell’immagine: Massimiliano Ciabattini su pianetaempoli.it)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.