Home News Empoli: i risvegli di Bologna e Frosinone complicano i piani salvezza

Empoli: i risvegli di Bologna e Frosinone complicano i piani salvezza

0
CONDIVIDI

I toscani sono attualmente terzultimi a pari punti con la compagine emiliana

Il campionato dell’Empoli rischia seriamente di complicarsi. La squadra di Iachini fino a qualche settimana fa era più che tranquilla, torna a rivedere lo spettro della retrocessione. Gli ultimi risultati non positivi e un mercato di gennaio con molti cambiamenti, hanno fatto precipitare nuovamente Caputo e compagni nella zona rossa della classifica di Serie A.

L’ex tecnico di Chievo e Palermo, adesso naviga a vista. In caso di nuovo flop domenica al Castellani contro il Sassuolo, la società potrebbe richiamare Andreazzoli.

Le dirette concorrenti

Ad aumentare il carico ci sono anche i “risvegli” di Frosinone e Bologna, che sembravano già quasi rassegnate al proprio destino. In ciociaria la cura Baroni sta iniziando a dare i primi importanti riscontri e la sorprendente vittoria ottenuta a Genova con la Sampdoria ne è la conferma.

In Emilia invece con l’avvento di Mihajlovic, i rossoblu sono tornati al successo che mancava addirittura da ottobre. Oltre all’aggancio in classifica, la preoccupazione principale in casa Empoli è la ritrovata voglia dei felsinei. Inoltre non bisogna dimenticare lo scontro diretto da giocare allo stadio Dall’Ara il prossimo 28 aprile.

Il calciomercato di gennaio

Ritornando in casa azzurra, è opinabile la strategia in sede di mercato della società con le cessioni di Zajc al Fenerbahce e Rodriguez al Brescia e gli innesti di Farias, Oberlin, Dell’Orco, Pajac, Nikolaou e Perucchini.

Dunque, un vero e proprio stravolgimento della rosa a metà campionato. Visto l’andamento dell’Empoli nella prima parte di stagione, sarebbero state più mirate poche e buone operazioni.

Il sacrificio Zajc, messo fuori da Iachini per motivi di modulo, è una mossa che una club come quello toscano non può proprio permettersi. Certo, bisogna badare anche alle logiche di mercato, ma come fatto con Traorè e Rasmussen si poteva tenere il giocatore in prestito fino a giungo.

L’unica certezza al momento sono i goal di bomber Caputo, già in doppia cifra e desideroso di griffare altre pesanti marcature, utili per il conseguimento della salvezza.

Antonio Pilato

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.