Home News Eintracht Francoforte, si sogna in grande: obiettivo Champions League

Eintracht Francoforte, si sogna in grande: obiettivo Champions League

0
CONDIVIDI

Il club tedesco ha partecipato solo una volta alla Coppa dei Campioni nel 1959/1960. Dopo quasi 50 anni l’occasione di tornare a giocare la massima competizione continentale è davvero ghiotta

Tra le rivelazioni di questa prima parte di Bundesliga c’è senz’altro l’Eintracht Francoforte. La compagine rossonera, dopo la vittoria in Coppa di Germania lo scorso anno e il conseguente addio del tecnico Nico Kovac (passato al Bayern Monaco), sembrava essere arrivata alla fine di un ciclo.

Andamento in Bundesliga

Sulle rive del Meno, con l’avvento di Adolf Hütter si è addirittura alzata l’asticella. In campionato dopo undici giornate, la squadra ha raccolto 20 punti ed è al quarto posto, in piena lotta per un posto nell’Europa che conta.

Cammino Europeo dell’Eintracht Francoforte

In Europa League, in un girone sulla carta proibitivo con Marsiglia, Lazio e Apollon Limassol, le aquile di Germania si sono ben disimpegnate, centrando la qualificazione ai sedicesimi dopo quattro turni. Gli uomini di Hütter hanno vinto tutte le partite disputate e sono in pole position per il primo posto nel raggruppamento.

Dunque, una stagione iniziata sotto i migliori auspici e che meriterebbe un coronamento importante: ovvero la qualificazione alla prossima Champions League.

L’unica volta nell’Europa dei grandi

La prima e unica partecipazione alla Coppa dei Campioni risale all’annata 1959/1960, quella successiva alla vittoria dell’Oberliga (antenata dell’attuale Bundesliga). L’allora formazione di Paul Osswald riuscì addirittura ad arrivare in finale, poi persa contro il Real Madrid di Alfredo Di Stefano.

Adesso è giunto il momento di riscrivere la storia e di provare a centrare uno dei primi quattro posti in campionato. La concorrenza è altissima e per questo l’impresa si preannuncia alquanto ardua per l’Eintracht Francoforte.

La classe dei serbi Jovic e Kostic, del centravanti Haller e dell’ex Fiorentina Rebic, mista all’esperienza di Abraham e Russ, Gelson Fernandes e De Guzman sono fattori importanti per poter concorrere all’alta classifica.

Inoltre non bisogna dimenticare l’Europa League, che garantisce alla vincitrice un posto nella prossima Champions League.

Antonio Pilato

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.