Home News Dzeko gela il Frosinone: finisce 2-3. Analisi e pagelle

Dzeko gela il Frosinone: finisce 2-3. Analisi e pagelle

0
Foto Alfredo Falcone - LaPresse23/02/2019 Frosinone ( Italia)Sport CalcioFrosinone - RomaCampionato di Calcio Serie A Tim 2018 2019 - Stadio Benito Stirpe di FrosinoneNella foto:esultanza dzeko, kolarov e santonPhoto Alfredo Falcone - LaPresse23/02/2019 Frosinone (Italy)Sport SoccerFrosinone - RomaItalian Football Championship League A Tim 2018 2019 - Stadium Benito Stirpe of FrosinoneIn the pic:dzeko, kolarov and santon celebrates

Dopo il pareggio ciociaro, il bosniaco regala la vittoria ai giallorossi all’ultimo secondo

Se il Milan corre, la Roma, a fatica sta al passo. I giallorossi, in una gelida Frosinone, mostrano i fantasmi del passato, ma trovano comunque i 3 punti. Di Francesco rinuncia ai diffidati Florenzi, Fazio e Zaniolo, rilanciando Perotti nel 4-2-3-1. E l’inizio è tutto di marchio ciociaro. Il Frosinone, infatti, comincia in modo veemente, e al quinto la sblocca: Nzonzi perde palla a centrocampo regalandola a Ciano, il quale dalla distanza sorprende un disattendo Olsen, che la combina grossa respingendo male la sfera. Lo svantaggio non svegli i capitolini, con lo stesso Ciano che poco dopo si divora il raddoppio. La prima occasione capita ad El Shaarawy, il cui colpo di testa viene respinto da un grande intervento di Sportiello. Il pareggio arriva alla mezz’ora, ed è un regalo della difesa di casa, con Goldaniga che si addormenta dentro l’area e Dzeko che intercetta e mette dentro. E da lì cambia il match, perchè i giallorossi un minuto più tardi mettono la freccia con Pellegrini, che si avventa in scivolata su un tiro-cross di El Shaaarawy. Termina di fatto lì il primo tempo, con una Roma in fiducia che mette in ghiaccio la prima frazione di gioco. La ripresa vive mezz’ora di noia, fino all’80’, quando i canarini, dopo un grande contropiede, trovano il 2 pari con Pinamonti, che appoggia da pochi passi. Subito dopo i ciociari sfiorano anche il terzo gol, ma Olsen salva tutto. E proprio allo scadere, De Rossi illumina per El Shaarawy, che pesca Dzeko, il quale da pochi passi non puo’ sbagliare. Finisce 2-3

Una Roma non spettacolare fatica, ma vince, a Frosinone. Morbido l’approccio al match, con un centrocampo poco lucido e dinamico. Dal pareggio, è tornata la luce. Poi il calo nella parte finale della gara, un film già visto, che questa volta poteva costar caro. Se la difesa continua a ballare, buona prova di tutti gli interpreti offensivi, anche di Perotti. E la squadra Di Francesco prosegue la sua scalata alla Champions, centrando l’ottavo risultato utile di fila. Il Milan rimane ad un punto, ed in vista c’è il derby.  A preoccupare, vista la situazione della retroguardia, sono le condizioni di Manolas, uscito anzitempo per un problema alla caviglia che non sembra banale.

Ottimo inizio invece per il Frosinone, che ha pagato però un minuto di black out, quando ha concesso alla Roma due gol. Caparbio nel finale a cercare il pareggio, ma poi costretto ad arrendersi alla qualità di Dzeko. Continua a mancare la vittoria casalinga, che in Serie A non arriva addirittura dal 2016.

LE DICHIARAZIONI DI DI FRANCESCO

“Sicuramente preferisco una prestazione differente, ma adesso tutte diventano particolari e difficili. Oggi il vento non aiutava il calcio. Il Frosinone deve salvarsi, so bene cosa significa. Si fanno tanti errori tecnici, dovevamo essere più bravi nell’interpretare la gara. Si rischia di pareggiare e di perdere. La cosa positiva è che abbiamo vinto. E’ un periodo in cui non stiamo facendo benissimo, mi auguro che ora cercheremo di giocare meglio”

LE PAGELLE DELLA ROMA

Olsen 5: Col Bologna aveva salvato la Patria, oggi stava per rovinarla.

Santon 6: Gara diligente

Manolas 6: Qualche amnesia iniziale, poi si ritrova. Esce anzitempo per una forte distorsione alla caviglia, che lo pone in dubbio in vista del derby. Fazio SV

Marcano 5,5: Qualche colpa, nel gol del 2-2, ce l’ha anche lui.

Kolarov 5,5: Col freno a mano tirato.

Nzonzi 5: Errore madornale quello che porta al vantaggio del Frosinone. Troppo lento, gli avversari spesso lo circumnavigano. Cristante Sv

De Rossi 6: Alla 200esima da capitano, fatica anche lui in mezzo al campo. Sbaglia qualcosa in fase d’appoggio, soffre le ripartenze avversarie. Poi nel finale sale in cattedra, con lo splendido lancio che porta al vantaggio.

El Shaarawy 6: Fresco e dinamico, come sempre. Assist d’oro nel finale.

Pellegrini 6,5: Doppia gioia: per il gol, e per il figlio in arrivo come da esultanza. Si fa vedere bene tra le linee, sempre con tempi perfetti.

Perotti 6: Spesso tenta la giocata, seppur la condizione non lo supporti. Mancava la sua qualità. Zaniolo SV

Dzeko 8: Prima tempo da applausi. Doppietta finale. Non si vede mai nella ripresa, ma esce nel momento decisivo, quando c’è da prendere sulle spalle questa squadra.

Di Francesco 5: Oltre la vittoria. Soliti problemi a cui non sembra esserci cura. Questa volta, la corsa al quarto posto, è stata ripresa per i capelli.

Federico Leoni

fonte foto: forzaroma.info

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.