Home News Dio perdona, la Dea no

Dio perdona, la Dea no

0
CONDIVIDI
Atalanta juventus

L’Atalanta di Gasperini, miglior attacco della Serie A, prepara il match di Coppa Italia contro il Cagliari con grande fiducia

Solo la sosta ha frenato l’impeto dell’Atalanta. La squadra di Gasperini ha chiuso il 2018 di Serie A con un tennistico 6-2 al Sassuolo, un risultato che certifica un paio di traguardi degni di lode. Innanzitutto, la Dea è salita all’ottavo posto in classifica a soli 4 punti dalla Lazio, il che vuol dire Champions League nel mirino. Secondo, il team di Gasperini si è preso il titolo di squadra più prolifica al termine del girone d’andata: 39 reti realizzate, davanti a Juventus (38) e Napoli (37).

Il merito di questa brillante cavalcata va in buona parte a “December man“, Duvan Zapata. Nell’ultimo mese del 2018 il panterone colombiano ha segnato 9 gol in 6 partite risultando immarcabile per chiunque. La sosta avrà raffreddato i bollenti spiriti del bomber? Se sì poco male perchè la cooperativa del gol bergamasca funziona grazie a diversi “soci”. Il difensore goleador Gianluca Mancini (4 reti, un’eccellenza, sono in tanti a fargli la corte) si muove nelle aree avversarie da centravanti di razza, il Papu Gomez da trequartista segna e inventa a suo piacimento, Ilicic è l’interprete ideale di come il “3” sia il numero perfetto quando si tratta di buttarla dentro in 90 minuti o anche meno.

Se qualcosa occorre migliorare, come è logico che sia, l’Atalanta deve farlo in difesa. Nel senso di limitare le reti al passivo che sono 27, fra le prime 10 della Serie A la retroguardia bergamasca risulta la più perforata. Un conto che comunque Gasperini avrà pagato con piacere se i risultati sono quelli visti in particolar modo nel mese di dicembre.

Gennaio, invece, vuol dire mercato. Per un Pasalic destinato a rimanere ecco un Rigoni con le valigie in mano, destinazione (con ogni probabilità) Zenit San Pietroburgo. Marlena non si sa, Emiliano invece torna a casa. Un giocattolo che funziona così bene non necessita di molti aggiustamenti. Gasperini sarebbe ben lieto di ricevere dall’infermeria, come regalo fuori stagione, un De Roon tirato a lucido in vista dei prossimi impegni. Difficilmente ciò avverrà in occasione del match contro il Cagliari in Coppa Italia, lunedì 14 alle 17.30. L’olandese tuttavia nell’allenamento odierno ha svolto parte del lavoro con il gruppo. A proposito di Cagliari, le statistiche non sono benevole con la Dea. Negli ultimi tre precedenti (in Serie A) altrettante sconfitte e un solo gol all’attivo. Avere paura? Impossibile. Con questa Atalanta, semmai, sono gli altri a doversi preoccupare.

Fonte foto: fantamagazine.com

Federico Vitaletti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.