Home News Dinamo Kiev-Juventus 0-2, bianconeri vincenti col minimo sforzo. Analisi e pagelle

Dinamo Kiev-Juventus 0-2, bianconeri vincenti col minimo sforzo. Analisi e pagelle

0

Morata ancora decisivo con una doppietta, ottima prova anche dell’esordiente in Champions Kulusevski. L’avventura di Pirlo in parte bene

Saranno le gare delle ore 18:55 fra Dinamo Kiev e Juventus e fra Zenit San Pietroburgo e Club Brugge ad inaugurare la fase a giorni della Champions 2020-2021. La Vecchia Signora tenterà ancora una volta l’assalto alla coppa dalle grandi orecchie, che manca da Torino dalla stagione 95-96.

Di fronte agli uomini di Pirlo questa sera la Dinamo Kiev di Mircea Lucescu, ex allenatore dell’Inter nell’annata ’98-’99.

Il tecnico romeno si affida a Supryaga in attacco, cercato da Milan e Bologna nel mercato estivo. A supporto del giovane nazionale ucraino agiranno De Pena e Tsygankov.

Pirlo deve fare a meno di Ronaldo, confinato ancora in quarantena per la positività al Covid19 e contemporaneamente rinuncia a Dybala, relegato di nuovo in panchina. Attacco affidato al duo Kulusevski-Morata, supportati da Ramsey sulla trequarti.

Formazioni ufficiali:

Dinamo Kiev (4-3-3): Bushchan; Kedziora, Zabarnyi, Mykolenko, Karavaev; Buyalski, Sydorchuk, Shaparenko; Tsygankov, Supryaga, De Pena.

All.Lucescu

Juventus (3-4-1-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini; Chiesa, Bentancur, Rabiot, Cuadrado; Ramsey; Kulusevski, Morata.

All.Pirlo

Il film della partita – Federico Chiesa titolare dal primo minuto dopo l’esordio shock in campionato, condito dal cartellino rosso. E’ proprio l’ex Fiorentina a sfiorare il gol al 12′, ma un intervento miracoloso di Bushchan gli strozza l’esultanza in gola. Dopo aver sfiorato il vantaggio di testa al 14′, Giorgio Chiellini è costretto ad abbandonare il campo per infortunio. Al suo posto entra Demiral. Il resto del primo tempo scivola via con la Juventus a caccia dello spazio giusto, ma la compagine ucraina si difende bene. Il più attivo degli avanti bianconeri è Kulusevski.

La seconda frazione parte con l’iniziativa vincente proprio dell’ex attaccante del Parma, il cui tiro viene respinto dal portiere avversario sui piedi di Morata, che non perdona e sigla l’1 a 0. Al 46′ la Vecchia Signora è avanti. La squadra di Lucescu fatica a rendersi pericolosa, appena un tiro nello specchio della porta avversaria per gli ucraini. L’attaccante spagnolo suggella il successo bianconero con la rete della sicurezza all’84’. Facile facile il colpo di testa su cross al bacio di Cuadrado.

Col minimo sforzo e priva di tanti big, la Juventus porta a casa i primi tre punti del girone. Alle 21 il Barcellona ospiterà al Camp Nou il Ferencvaros per un match dall’esito apparentemente scontato.

Pagelle della Juventus:

Szczesny: 6 mero spettatore della gara di stasera.

Danilo: 6 serata tranquilla anche per il difensore brasiliano, mai impensierito dagli attaccanti ucraini.

Bonucci: 6,5 attento in difesa, come al solito costruisce il gioco dalle retrovie.

Chiellini: 5,5 occasione clamorosa fallita al 14′, poi il capitano della Juventus è costretto ad abbandonare il campo per infortunio. Dal 19′ Demiral: 5,5 prestazione condita da un nervosismo totalmente inutile.

Chiesa: 6,5 buona prestazione dell’ex Fiorentina che sfiora il gol nel primo tempo e dà l’avvio all’azione dell’1 a 0 bianconero.

Bentancur: 6 solita diga a centrocampo, ma di fronte non ha certo dei titani. Dal 78′ Arthur: sv

Rabiot: 6,5 fra i più ordinati della squadra di Pirlo, bene in entrambe le fasi.

Cuadrado: 6,5 non troppo nel vivo della manovra durante il match, ma lo splendido assist per il 2 a 0 di Morata fa lievitare il suo voto.

Ramsey: 5 nella prima frazione fa vedere cose pregevoli, nel secondo tempo vanifica tutto commettendo errori marchiani. In confusione totale. Dal 78′ Bernardeschi: sv

Kulusevski: 7 ottimo battesimo del fuoco in Champions per l’attaccante svedese, sfiora l’eurogol nel primo tempo. Da una sua conclusione nasce l’1 a 0 bianconero. Dal 55′ Dybala: 6 una sufficienza di incoraggiamento, che i minuti messi nelle gambe oggi servano per il prossimo match di campionato.

Morata: 8 ancora decisivo il centravanti spagnolo, chi l’ha detto che non è un vero bomber?

Pirlo: 6,5 non un gioco spumeggiante, ma una Juventus concreta. Questo serviva per ottenere i 3 punti.

Le parole del tecnico bianconero: “Abbiamo visto anche stasera che Dybala non era al meglio. Ha bisogno di giocare per tornare in forma. Presto lo riavremo al top”.

FOTO:Diretta.it

Marco Fabio Ceccatelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.