Home News Diario Qatar 2022 – Messi guida, Alvarez segna: l’Argentina si prende la...

Diario Qatar 2022 – Messi guida, Alvarez segna: l’Argentina si prende la finale

Fonte sportmediaset.mediaset.it
   Tempo di lettura 4 minuti

Ieri sera nella prima semifinale del mondiale Croazia domata dai sudamericani, un perentorio 3-0 che non permette repliche. Ora sale l’attesa per Francia-Marocco

Doveva essere il suo mondiale e fino ad ora la profezia si sta avverando. Lionel Messi prende per mano l’Argentina e la porta dritta alla finale di Qatar 2022. La Croazia perde l’occasione di bissare la finale di quattro anni fa e consegna le armi dopo una partita non all’altezza. I ragazzi di Dalic hanno la supremazia territoriale per mezz’ora. Gran possesso palla, agevolato dalle doti tecniche della loro mediana, ma grande sterilità offensiva. Sugli scudi il solito Modric che giganteggia in mezzo al campo. L’Argentina contiene e riparte ed è proprio su una ripartenza che Julian Alvarez si ritrova a tu per tu con Livakovic che, superato dal pallone, lo stende. Calcio di rigore e Messi apre la strada al trionfo argentino buttando la palla in rete.

La Croazia sparisce dal campo e cinque minuti dopo da un corner croato giocato male altro contropiede albiceleste. Julian Alvarez si incunea in area, vince due rimpalli e davanti al portiere non sbaglia. Bravo e fortunato l’attaccante del Manchester City che conferma la bontà della scelta di Scaloni di preferirlo a Lautaro Martinez. L’uno-due tramortisce Modric e compagni e la partita di fatto si chiude lì. Nessuna reazione prima dell’intervallo, solo bandiere argentine in festa sugli spalti.

Nella ripresa si prova a cambiare le carte in tavola con i cambi ma non c’è nulla da fare. C’è tempo, però, per l’ultimo lampo della classe immensa di Lionel Messi. Il numero dieci prende palla sulla fascia destra, fa ammattire Gvardiol, fin qui miglior difensore del mondiale, portandolo a spasso fino all’interno dell’area. Scarico per Alvarez che può soltanto appoggiare in rete, 3-0 e partita in cassaforte. Stadio ai piedi di Messi, la gara si trascina così verso la fine. Da segnalare soltanto i cambi da una parte e dall’altra. Scaloni dà minuti a chi ha giocato meno. Per la prima volta calca il campo in Qatar Paulo Dybala, fin qui rimasto sempre seduto in panchina.

Il triplice fischio di Orsato consegna la finale del mondiale all’Argentina, otto anni dopo quella disputata in Brasile contro la Germania. Delusione cocente tra i croati che avevano creduto al sogno. Testa basta per Modric probabilmente al suo ultimo mondiale.

Il saluto tra Modric e Di Maria entrambi, con tutta probabilità, al loro ultimo mondiale – Fonte mirror.co.uk

Questa sera si saprà il nome della seconda finalista che andrà ad affrontare Messi e compagni domenica pomeriggio. Alle ore 20 di fronte l’incredibile sorpresa Marocco, prima squadra africana a centrare una semifinale al campionato del mondo, contro i trionfatori dell’ultima edizione, la Francia di Deschamps. Una sfida che va anche oltre il calcio visti gli intrecci tra le due nazioni. Il c.t. marocchino Regragui si è detto fiducioso nella conferenza pre match, a spingere la sua squadra ci sarà tutto un popolo che sta sognando insieme ai suoi calciatori. Dall’altra parte, però, ci sarà una superpotenza del calcio, i galletti hanno dimostrato ampiamente la loro forza nonostante assenze pesantissime. L’errore da non fare è sottovalutare l’avversario. D’altronde il Marocco ha fatto fuori nazionali come Belgio, Spagna e Portogallo. Stasera ci si gioca tutto.

Le due stelle Hakimi e Mbappè sicuramente tra i protagonisti di questa sera – Fonte adnkronos.com

Glauco Dusso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.