Home News Diario Qatar 2022 – i rigori sorridono alla Croazia e all’Argentina e...

Diario Qatar 2022 – i rigori sorridono alla Croazia e all’Argentina e fanno piangere il Brasile e l’Olanda

0

Oggi il Marocco vuole continuare il suo sogno ma di fronte ha il Portogallo più quotato; Inghilterra – Francia è una finale anticipata

Emozioni infinite durante le prime due sfide valide per i quarti di finale.

Nel pomeriggio (in Italia) la Croazia mantiene il pallino del gioco a centrocampo con un giro palla però sterile in fase avanzata, il Brasile aspetta sornione rendendosi pericoloso in più di un’occasione. Il copione della gara è questo e non bastano i 90 minuti regolamentari più recupero per sbloccare il risultato. Nei supplementari, nel minuto di recupero del primo extra time, uno slalom in area di Neymar diventa letale ed è il vantaggio per il Brasile. Neymar raggiunge in vetta nella classifica dei cannonieri con la maglia verdeoro Pelè, 77 gol ma con molte più partite giocate rispetto a O Rei. La Croazia in attacco si ritrova, entrati dalla panchina, due vecchie conoscenze della serie A, Petkovic, neanche un gol tra Catania, Bologna e Verona in più ha raccolto anche esperienze in B e in Lega Pro, e Budimir, ex Sampdoria e Crotone, pure per lui poche soddifazioni, 6 gol in A con la maglia rossoblu. Ed è proprio Petkovic, a 3 minuti dal 120esimo, che sfrutta al meglio un’azione di contropiede, il suo tiro è deviato in maniera decisiva da Marquinhos. Nella sifda dal dischetto i brasiliani falliscono con Rodrygo, Livakovic para, e con lo stesso Marquinhos che spedisce sul palo il pallone frantumando i sogni del popolo brasiliano. In estasi la Croazia che per la seconda volta di fila arriverà sicuramente tra le prime 4 al mondo. I croati vantano, nella loro breve storia, anche un terzo posto nel 1998. Lacrime invece per Neymar e compagni, con il ct Tite che lascia l’incarico, in precedenza altri ct di nazionali top hanno quasi immediatamente abbandonato dopo l’esclusione da questo mondiale: Luis Enrique per la Spagna, Roberto Martinez per il Belgio e lo farà a distanza di poche ore da questa partita anche Louis van Gaal, ormai ex ct dell’Olanda.

Croazia-Brasile ai rigori

In serata la sfida che rievoca vecchi ricordi ovvero Olanda contro Argentina, nel ’78 in finale e nel 2014 in semifinale prevalse l’Albicelste.

Al 35esimo Messi inventa un assist chirurgico, sublime, che permette a Molina di realizzare l’uno a zero. Nelle seconda frazione Messi su rigore sigla il doppio vantaggio (raggiunge Batistuta con 10 gol ai mondiali) e la partita sembra chiusa. L’Argentina però si ‘addormenta’ e il ct degli Oranje van Gaal butta nella mischia le torri Luuk de Jong e Weghorst, autore della doppietta, il secondo gol su uno schema formidabile su punizione al 101esimo minuto che porta l’incontro prima ai supplementari (palo di Enzo Fernandez al 120esimo minuto) e poi ai rigori. Nella lotteria dei rigori il portiere argentino Emiliano Martinez si supera respingendo subito i rigori di van Dijk e Berghuis, per l’Argentina Messi segna, Enzo Fernandez calcia il pallone fuori ma Lautaro Martinez fa gol nel panalty decisivo per la vittoria.

Grant Wahl, uno dei più noti giornalisti di calcio degli Stati Uniti, 49 anni, che il 21 novembre era stato fermato allo stadio per aver indossato una maglietta arcobaleno (simboleggia l’orgoglio gay e i diritti gay), ha avuto un malore in tribuna stampa. Non ancora chiare le cause del decesso.

Oggi in programma alle ore 16 Marocco-Portogallo, con Cristiano Ronaldo che sogna una finalissima contro Messi ma che dovrebbe partire ancora dalla panchina, dall’altra parte una squadra africana vuole raggiungere per la prima volta le semifinali ed essere la sorpresa del torneo come lo furono nel ’94 la Bulgaria della stella Stoickov (quarta) che battè la Germania ai quarti per 2-1 e nel 2002 arrivarono tra le prime 4 la Turchia (terza) e la Corea del Sud (quarta), padrona di casa.

Poi alle 20 spazio alla super sfida inedita per questi livelli tra Inghilterra e Francia.

Fonti foto: IlMattino.it; RaiPlay.it

Stefano Rizzo

Articolo precedenteDal 4 Gennaio in Serie A entrerà in vigore il fuorigioco semiautomatico
Prossimo articoloDiario Qatar 2022 – Impresa Marocco e vittoria per la Francia
Giornalista e laureato in Scienze della Comunicazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.