Home News Diario Euro 2020 (21) – Tutte le strade portano a Roma, ora...

Diario Euro 2020 (21) – Tutte le strade portano a Roma, ora si inizia davvero!

0
Fonte notizialocale.it

Tutto pronto nella capitale, Italia e Turchia stasera daranno il via al torneo rimandato l’anno scorso causa pandemia. L’Olimpico il teatro della partenza, sugli spalti tornano (parzialmente) i tifosi

Roma. Quella che era la “caput Mundi” dell’antichità oggi lo diventa per l’universo del pallone e se vogliamo anche di una vita che non vede l’ora di tornare alla normalità. La capitale d’Italia si mette il vestito buono e come preannunciato da decorazioni e manifesti che ne addobbano le vie sarà il punto di partenza di questo Europeo itinerante che stasera prenderà finalmente inizio. Sì, finalmente. Perché tutto ciò doveva avvenire un anno fa ma sappiamo bene che quello che è successo da più di 12 mesi ci ha stravolto la vita.

I segnali di normalità arrivati nelle ultime settimane ci confortano e l’inizio di questa rassegna calcistica ci fa guardare al futuro con un po’ più di ottimismo. Lo stadio Olimpico, quindi, non sarà più vuoto. Attese 14mila persone che in questo specifico periodo storico sono il più bel tutto esaurito di sempre. Aggiungiamoci il solito folklore delle tifoserie, il fermento nelle città che ospiteranno le gare e il gioco è fatto.

La partita inaugurale alle ore 21 sarà proprio tra la nostra nazionale e la Turchia. Si tratta del gruppo A in cui sono inserite anche Galles e Svizzera. Roberto Mancini e i suoi ragazzi sono carichi. Lo testimonia la lettera che il c.t. ha pubblicato sui suoi canali social in cui ha perfettamente fotografato lo stato d’animo di tutto il Paese in quest’ultima annata. Spostando il focus sul campo sarà un impegno che l’Italia non deve sottovalutare. L’entusiasmo generato dal cammino degli azzurri non deve deconcentrare la squadra che rischia di cullarsi troppo sugli allori di una striscia positiva inanellata con un grande lavoro di squadra, allenatore e staff.

La Turchia di Gunes è formazione da prendere con le molle e lo testimoniano le prestazioni che hanno preceduto questo Europeo. Trascinatore sarà sicuramente il milanista Calhanoglu autentico faro della squadra ma occhio anche al veterano nonché fresco campione di Francia Burak Yilmaz, leader carismatico che a suon di gol ha portato qui la sua nazionale e appunto il Lille a trionfare in Ligue 1. Presenti anche altre conoscenze del nostro campionato come Demiral, Muldur, Ayhan e Under, quest’ultimo al Leicester nella stagione appena conclusa.

Chi sicuramente non ride nelle ultime 24 ore è Lorenzo Pellegrini. Il centrocampista della Roma ieri si è infortunato muscolarmente e ha dovuto abbandonare la nazionale. Il ragazzo, amareggiato, fa quindi lo stesso percorso di Stefano Sensi che non recuperò dal problema sorto nell’ultima giornata di campionato cedendo il suo posto a Pessina. Per quanto riguarda la casella lasciata dal giallorosso ecco Gaetano Castrovilli che, con la testa alle vacanze, ha dovuto invece subito settarsi sull’Europeo. Un dolcissimo fuori programma per il viola.

Ora, però, le chiacchiere stanno a zero. A parlare sarà finalmente il campo.

Buon Europeo a tutti!

https://comparatore.btsaffiliations.com/passionedelcalcio

Glauco Dusso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.