Home News Coppa Italia, super Piatek catapulta il Milan in semifinale. Analisi e pagelle

Coppa Italia, super Piatek catapulta il Milan in semifinale. Analisi e pagelle

0
CONDIVIDI
Milan-Napoli 2-0, doppietta di Piatek

La sfida è decisa da una doppietta del polacco nel primo tempo. Il Napoli attacca ma non punge

Higuain chi? Il primo quarto di Coppa Italia è la celebrazione di un giocatore nato per segnare: Krzysztof Piatek. L’uomo approdato al Milan per sostituire Higuain è decisivo nella vittoria sul Napoli che lancia i rossoneri in semifinale.

Rispetto alla gara di sabato Ancelotti rinuncia al tridente lasciando Callejon in panchina, il tandem offensivo è formato da Insigne e Milik. Parla polacco anche l’attacco del Milan, stavolta tocca a Piatek dal primo minuto fare da riferimento centrale con Borini e Castillejo ai lati.

San Siro si scalda dopo 5 minuti sulla sberla di Piatek che calcia al volo su assist di Kessie: palla fuori ma tutto molto apprezzabile (Gattuso infatti applaude). Passano altri 5 minuti e l’ex Genoa segna il suo primo gol in rossonero. Lancio lungo di Laxalt e dormita colossale di Maksimovic, Piatek vola indisturbato verso Meret e lo trafigge: 1-0 per il Diavolo. Settimo gol in Coppa Italia per l’attaccante, sempre più capocannoniere della competizione. La gara si infiamma e il Napoli potrebbe pareggiarla con Insigne, Donnarumma c’è. Il Napoli del primo tempo è sempre e solo Lorenzinho. Al 22′, dopo uno scambio con Diawara, Insigne scarica il destro verso Donnarumma che non si fa sorprendere.

Al 27′ il popolo rossonero ha la certezza di aver trovato in Piatek un grandissimo giocatore. Lancio di Paquetà controllato dall’ariete, che si accentra e sotto gli occhi di Koulibaly cerca e trova il secondo palo con il destro. Gol da incorniciare per il 2-0 del Milan. Piatek continua a far ammattire la difesa azzurra, compreso Malcuit ammonito per un fallo sull’indemoniato centravanti. Partita che si mette benissimo per il Milan, che nei minuti successivi lascia l’iniziativa al Napoli senza però rischiare. Al 40′ ennesimo squillo di Insigne che dopo un tunnel a Bakayoko calcia alto sopra la traversa. Napoli fuori giri e fuori tempo, Milik e Koulibaly pagano con il cartellino giallo degli interventi ruvidi su Bakayoko e Piatek (chi altrimenti). Dopo un minuto di recupero il primo tempo di Milan-Napoli finisce sul 2-0.

La seconda frazione inizia con un cambio nelle fila degli azzurri, dentro Ounas fuori Allan e Napoli che passa al 4-3-3. I partenopei premono, sugli sviluppi di un corner Milik e Insigne provano a riaprirla ma il bunker rossonero regge. Al 58′ è il turno di Dries Mertens, in luogo di Diawara per un Napoli a trazione super offensiva. I partenopei non trovano sbocchi e allora Donnarumma corre qualche rischio su calcio da fermo, Ghoulam va dritto in porta dalla bandierina ma “Gigio” è attento. La parata più difficile l’estremo difensore milanista la compie respingendo con qualche difficoltà il sinistro velenoso di Ounas. Il Milan non cambia atteggiamento, Gattuso predica massima concentrazione e i suoi obbediscono. A 12′ dalla fine standing ovation per un monumentale Piatek, scampoli di partita per Patrick Cutrone. Poco prima una zampata di Milik su punizione tagliata di Insigne ma non è Arkadiusz il polacco protagonista della serata. La squadra di Gattuso non molla un centimetro e alla fine raccoglie il meritato premio: al triplice fischio di Giacomelli è Milan 2, Napoli 0.

Rossoneri in semifinale contro la vincente di Inter-Lazio, prova gagliarda del Diavolo nobilitata dalle perle di Piatek, protagonista assoluto della serata.

Napoli eliminato al termine di una sfida in cui non è riuscito praticamente nulla agli uomini di Ancelotti, condannati dalle gravi amnesie della coppia Maksimovic-Koulibaly.

LE PAGELLE DEL MILAN

DONNARUMMA 6.5 Ordinaria amministrazione fino alla paratona su Ounas, si conferma in un ottimo momento di forma.

 

ABATE 6 Tutta difesa, tutta sostanza

ROMAGNOLI 7 Prova da capitano, se possibile meglio rispetto a sabato. Non fa passare neanche un filo d’aria

MUSACCHIO 6.5 La spalla ideale per Sant’Alessio Romagnoli. Lucido e concentrato

LAXALT 6.5 Vince il duello con Malcuit e firma l’assist per il primo gol di Piatek

 

KESSIE 6.5 L’uomo deputato alle due fasi, rottura e costruzione. Utilissimo nella sua giustificata imperfezione

BAKAYOKO 7 La miglior versione del Tièmouè in versione rossonera. Un gigante

PAQUETA’ 6.5 Appare e scompare come un illusionista, cerca giocate mai banali e prende confidenza con lo spartito rossonero DALL’85’ RODRIGUEZ S.V.

BORINI 6 Mette il cuore e i polmoni al servizio della causa, lo fa bene finchè ne ha. DAL 60′ CALHANOGLU 6 Non entra per inventare ma per dare manforte ai compagni. Positivo

CASTILLEJO 6 L’alter ego di Suso sfodera una buona prestazione, meno geniale dello spagnolo “titolare” ma con molta sostanza

PIATEK 8 Una doppietta alla prima da titolare col Milan. Un killer, immarcabile per i difensori partenopei. Duello stravinto con il collega polacco Milik DAL 79′ CUTRONE S.V.

LE PAGELLE DEL NAPOLI

MERET 6 Due tiri (imparabili) due gol. Giovane virgulto senza macchia.

MALCUIT 5.5 Nel primo tempo è molto sollecitato dai compagni ma di cross buoni non ne sforna. Molto meglio in altre occasioni DALL’85’ CALLEJON S.V.

MAKSIMOVIC 4.5 Imperdonabile l’errore sull’1-0 che condiziona la prova del suo Napoli

KOULIBALY 5 Contro il Piatek di stasera forse anche Franco Baresi sarebbe andato in difficoltà ma da uno come lui è difficile immaginarsi un’ingenuità tale sul gol del 2-0: due metri concessi al polacco che ringrazia

GHOULAM 5.5 Assente ingiustificato nella prima frazione, si sveglia solo sul finale con qualche buona iniziativa ma è troppo tardi

FABIAN RUIZ 5.5 Prova ad accendere la luce in un centrocampo azzurro con poco fosforo ma stasera la sua qualità fatica tremendamente ad emergere

ALLAN 5 La controfigura del signor giocatore ammirato quest’anno DAL 46′ OUNAS 6 Tra i migliori dei suoi, o meglio, tra i meno peggio

DIAWARA 5.5 Non è lui che può fare la differenza quando si tratta di cucire gioco. Sostituito per l’esigenza di rimontare da parte di Ancelotti DAL 58′ MERTENS 5.5 Si cerca con Milik ma non si trovano proprio. Non è serata

ZIELINSKI 5.5 Corre tanto senza profitto, si vede sui titoli di coda con un siluro che non cambia la storia della partita

INSIGNE 6.5 Non trova il gol da 83 giorni e ci va vicino più volte a rompere il sortilegio. La fortuna non lo assiste

MILIK 5 Stasera il confronto con Piatek è impietoso, al polacco del Napoli è mancato il guizzo risolutore chiuso nella morsa dei mastini rossoneri

LE DICHIARAZIONI DI GATTUSO

Devo fare i complimenti ai ragazzi per stasera, abbiamo saputo compattarci e soffrire anche quando il Napoli ci ha fatto abbassare. In fase difensiva abbiamo fatto una grandissima partita, anche sulle fasce dove avevamo bisogno di freschezza. Piatek? Un cecchino, il secondo gol se lo è inventato. Bakayoko in fase di interdizione ha imparato molto, è un tergicristallo, è molto importante in questo momento per noi. Inter oppure Napoli in semifinale? “Io guardo la Roma…

LE DICHIARAZIONI DI ANCELOTTI

Stasera non siamo stati all’altezza, abbiamo pagato le due disattenzioni iniziali che ci hanno condizionato e poi non siamo stati brillanti nel cercare di scardinare la difesa del Milan.” Su Allan: “Non è stata una sostituzione punitiva, ha avuto qualche tentennamento ma oggi è un nostro giocatore e ha fatto la sua partita come gli altri“. Sul mercato Carlo chiude con un lapidario: “Nessuna sorpresa“.

Fonte foto: goal.com

Federico Vitaletti

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.