Home News Colpo grosso della SPAL che sbanca Bergamo

Colpo grosso della SPAL che sbanca Bergamo

1

La squadra di Semplici si rilancia per la corsa alla salvezza, mentre Gasperini, con questo stop inaspettato perde terreno in zona Champions

La SPAL sa di avere un bisogno spropositato di punti ed incomincia la partita in modo garibaldino, con Strafezza che tira dalla media distanza impegnando Sportiello.

L’Atalanta cerca di risponde subito, ma sulla pennellata di Gomez, il “figliol prodigo” Caldara, manca di un nulla la deviazione decisiva.

I ferraresi giocano con coraggio, vanno a pressare altissimi e fanno girare la palla in modo sufficientemente veloce da mettere in difficoltà gli uomini di Gasperini.

Quello che emerge è la difficoltà, dettata dagli evidenti limiti tecnici, nella fase dell’ultimo passaggio.

In questo modo, le azioni, orchestrate nella maniera giusta vanno a sfumare sul più bello.

In modo prevedibile, ma ugualmente sorprendente arriva la rete del vantaggio bergamasco, proprio allo scoccare del quarto d’ora di gioco.

Il rientrante Zapata, sull’out sinistro salta Cionek, poi col mancino mette in area un pallone potente e rasoterra al limite dell’area piccola, dove Ilicic, di tacco segna il suo decimo gol in campionato.

L’Atalanta prende fiducia e cresce in modo esponenziale: sei minuti dopo, Freuler imbecca con tempi da metronomo Ilicic, il quale da posizione defilata, calcia malamente sull’esterno della rete.

Gli ospiti, dopo aver subito il gol, sembrano essere usciti dal campo ed i bergamaschi vanno ancora vicinissimi al raddoppio, grazie ad una progressione di Zapata, che appena entrato in area lascia andare il suo destro terrificante che butta giù l’incrocio dei pali.

Nel secondo tempo l’Atalanta continua a spingere, ma lo fa senza la precisione necessaria, prestando il fianco ai contropiedi degli uomini di Semplici.

In uno di questi Reca fugge via velocissimo sulla sinistra, entra in area e serve Petagna, che da pochi passi, non perdona la sua ex squadra.

Tempo cinque minuti e la partita cambia padrone in maniera definitiva: Valoti, arrivato al limite dell’area dopo una travolgente azione personale, tenta il tiro in porta che coglie l’angolino basso dove Sportiello non può arrivare.

Al sessantesimo succede l’impossibile: la SPAL trova un inaspettato vantaggio.

La partita rimane in bilico ed i padroni di casa non ci stanno, così dopo otto minuti, sfruttando l’ingenuità dei ferraresi Zapata parte in contropiede, serve Pasalic, che dopo aver messo a sedere l’ultimo difensore tira addosso al portiere.

Ancora la Dea a spingere con Goeses sulla sinistra: il suo cross finisce sul destro di Ilicic, appostato al limite dell’area di rigore, che non se la sente di tirare al volo, apre a destra per l’accorrente Pasalic, ma il suo tiro sibila alla destra di Berisha terminando a lato.

L’Atalanta continua ad attaccare, ma lo fa in modo confuso ed i tentativi verso la porta della SPAL risultano sterili.

Il risultato non cambia più: l’Atalanta riceve un brusco risveglio dopo le ultime gare, ma potrebbe essere uno schiaffo benevolo se preso nel modo giusto.

La SPAL, dal canto suo, riesce a compiere un’impresa molto più importante dei tre punti guadagnati, che potrà dargli fiducia per questo girone di ritorno, da affrontare col coltello tra i denti.

Fonte foto: eurosport.com

Firma: Alessandro Nardi

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.