Home News Codice rosso: Roma malata cronica. Analisi e pagelle

Codice rosso: Roma malata cronica. Analisi e pagelle

0

I giallorossi cadono di misura in casa dell’Udinese: quarta sconfitta stagionale e piena crisi di identità per la squadra di Di Francesco

Anche le parole sembrano inutili. Incredibile quello che vive ed accade alla Roma. Una squadra mai in equilibrio, sempre sull’orlo di una crisi. È la fotografia della versione di quest’anno della squadra giallorossa, che contro l’Udinese centra la quarta sconfitta stagionale.

Di Francesco, sia per gli infortuni che per la sfida di martedì contro il Real, cambia molto. In porta da forfait Olsen ed esordisce Mirante. In difesa c’è Santon, con la coppia centrale formata da Jesus e Fazio. In attacco confermati Schick e Kluivert. Il primo tempo è all’insegna del possesso palla per i capitolini. Un possesso però sterile, che mai comporta veri pericoli dalle parti di Musso. La migliore occasione del primo tempo capita ai padroni di casa con Pussetto, che di testa manda di poco a lato. La Roma prova a reagire con le conclusioni da fuori di Kolarov, ma si va all’intervallo sullo 0-0. Ad inizio ripresa è ancora il serbo a rendersi pericoloso, ma è l’Udinese a trovare il vantaggio: De Paul raccoglia un colpo di tacco di Pussetto, salta Jesus e batte Mirante da pochi passi. La reazione giallorossi è tutta nel colpo di testa di Nzonzi dagli sviluppi di un corner. Ai friulani, poco dopo, viene anche annullato un gol dopo consulto al Var, ma in generale riescono ad amministrare il match. Inutile infatti nel finale l’arrembaggio capitolino, con Pellegrini, El Shaarawy e Dzeko ultimi ad arrendersi. Alla fine vince 1-0 l’Udinese.

Arrivati a questo punto sembra superfluo parlare di problemi tecnici o tattici che , per carità, ci sono eccome. Il vero problema della Roma sta nella testa. I giocatori, spesso e volentieri, si accontentano, sicuri che tanto il quarto posto sia un obiettivo alla portata. Ma guardando i numero non è così, perchè i giallorossi, in 13 gare hanno vinto solamente 5 volte. Squadra senza spinsa dorsale, tecnica e morale. Le assenze di Manolas, De Rossi e del miglior Dzeko si fanno sentire, ma è la mancanza di personalità a preoccupare di più. E non basterà una buona prestazione contro il Real per cancellare questa sconfitta, quella con la Spal, con il Bologna o il pareggio con il Chievo. La stagione è al limite dall’essere compromessa, e Di Francesco sembra non avere la giusta cura per guarire i suoi da questa malattia cronica.

Bene l’Udinese, che regala al neo tecnico Nicola la prima gioia con i bianconeri. I friulani ritrovano spirito e condizione, e soprattutto tornano a muovere pesantemente la classifica.

LE DICHIARAZIONI DI DI FRANCESCO

“Secondo me la prestazione con l’80% palla nel primo tempo c’è stata, è mancata la determinazione nell’andare a vincere la partita. Non possiamo permetterci di avere la partita in mano e perderla con un tiro dopo 60 minuti. Abbiamo creato tante occasioni di pericolo, ma siamo sempre qui a leccarci le ferite. Dal punto di vista del gioco la squadra stava esprimendo giocate importanti tranne negli ultimi 15-20 metri dove non andavamo a concretizzare”.

LE PAGELLE DELLA ROMA

Mirante 6: Esordio per lui con la Roma. Incolpevole sul gol.

Santon 5: È suo l’errore in occasione del vantaggio bianconero. Non si vede mai in fase offensiva.

Fazio 5: Il solito Fazio disattento.

Jesus 4,5: Si fa saltare con estrema facilità da de Paul. Commette poi altri svariati errori.

Kolarov 5,5: Uno dei più concreti, ci prova un paio di volte dalla distanza. Uno dei pochi a salvarsi dal disastro.

Nzonzi 5,5: Da lui ci si aspetta più personalità, spesso si nasconde dietro agli avversari.

Cristante 4,5: Giocatore molle, svogliato, inconsistente alla massima potenza.

Kluivert 4,5: Si incaponisce nel dribbling e nelle giocate individuali, che in situazioni del genere vanno accantonate. Under SV

Pellegrini 6: Il migliore dei suoi. Prova a metterci qualità e grinta. Esce per un infortunio muscolare. Zaniolo SV

El Shaarawy 6: Anche lui conferma il discreto momento di forma. Ha qualche chance sui piedi, ma non la sfrutta.

Schick 4: Siamo alle solite col solito Schick. È come la Roma: malato cronico. Dzeko 5,5: Prova a dare la scossa nel finale, non ci riesce.

Di Francesco 3,5: Le cose sono due: o la squadra non lo segue; o non riesce lui ad imporsi. Fatto sta che la classifica piange e la stagione, forse, è già compromessa.

Federico Leoni

Fonte foto: giallorossi.net

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.