Home News Claudio Ranieri trasforma i sogni in realtà

Claudio Ranieri trasforma i sogni in realtà

   Tempo di lettura 4 minuti

Il tecnico romano ha condotto alla salvezza il Cagliari esattamente 33 anni dopo l’ultima volta, in mezzo diverse imprese degne di nota compiute senza i favori del pronostico 

Dall’Emilia all’Emilia, dal 19 maggio 1991 al 19 maggio 2024. Sono passati 33 anni esatti ma il tempo sembra non essere trascorso mai per davvero. Allora come ieri, Claudio Ranieri ha portato il Cagliari neo promosso ad una salvezza insperata, con una giornata di anticipo. Nel 1991 vinse a Bologna, ieri ha trionfato a Reggio Emilia, mandando il Sassuolo in Serie B per la prima volta nella sua storia dopo undici stagioni consecutive in prima divisione. È l’ennesima impresa di un allenatore la cui signorilità non è mai stata messa in discussione, mentre la sua bravura, forse, non è mai stata compresa fino in fondo. 

Sin dalla sua prima esperienza a CagliariRanieri è stato spesso capace di spingere le squadre che ha allenato ben oltre le proprie potenzialità: organizzazione difensiva, pressione bassa, contropiedi efficaci e cinismo offensivo. Questi i suoi marchi di fabbrica, il tutto condito dal tipico pragmatismo romano e dalla sua notevole capacità di gestione dei rapporti umani coi calciatori. Dopo la prima salvezza raggiunta con la formazione sarda nel 1991, l’allenatore romano passa al Napoli e poi l’anno dopo alla Fiorentina. Con la Viola arrivano i primi successi importanti della sua carriera, quando nel 1996, nel giro di pochi mesi, vince Coppa Italia Supercoppa Italiana

Successivamente, Ranieri inizia la sua avventura in Spagna. Lo ingaggia il Valencia, che allenerà in due periodi diversi. Nel primo, vince la Coppa del Re nel 1999, nel secondo conquista la Supercoppa Europea nel 2004. Nell’intermezzo tra queste due esperienze alla guida del club valenciano, il tecnico di Testaccio si siede sulle panchine di Atletico Madrid Chelsea. Con i Blues conquista la qualificazione in Champions League nel 2003 e nella stagione successiva raggiunge le semifinali, gettando le basi di quello che sarà poi il ciclo vincente di Josè Mourinho.

Nel febbraio del 2007 il ritorno in Italia alla guida del Parma. Coi gialloblù Ranieri raggiunge un’altra salvezza insperata (27 punti in 16 partite partendo dall’ultimo posto in classifica), che gli vale la panchina della Juventus. Con i bianconeri arriva terzo al primo anno e dopo essere stato esonerato verso la fine della stagione successiva approda alla Roma. Nella capitale nel 2010 porta la sua squadra del cuore ad un passo da uno scudetto storico, arrendendosi solo all’Inter del Triplete. Dopo i giallorossi, va da allenare proprio i nerazzurri, ma solo per un anno. Nel 2012 passa poi al Monaco, all’epoca in Ligue 2, e al primo tentativo centra la promozione in Ligue 1

Nel 2014, Ranieri si cimenta con le nazionali prendendo le redini della Grecia. L’esperienza è fallimentare e quando nell’estate del 2015 approda al Leicester, in molti pensano che la sua carriera sia entrata nella parabola discendente. Le Foxes sono reduci da una salvezza ottenuta per il rotto della cuffia ed anche nella stagione 2015-2016 sono tra le favorite per retrocedere in seconda divisione. Invece, a maggio del 2016, vincono la Premier League contro ogni pronostico. Tutto il mondo dello sport celebra il miracolo dei ragazzi di Ranieri, autori di una delle più grandi imprese della storia del calcio. 

Nel febbraio del 2017, il tecnico romano viene esonerato a sorpresa e comincia un valzer di panchine che lo porta ad allenare, nell’ordine, NantesFulham, di nuovo la Roma (per pochi mesi nel 2019), Sampdoria Watford. Infine, a dicembre del 2022, ritorna al Cagliari. Al suo arrivo, i sardi sono al quattordicesimo posto in Serie B, con 22 punti raccolti in 18 partite. Lui ne fa 35 in 19 e chiude quinto in classifica. Il bello però deve ancora arrivare: ai playoff il Cagliari batte il Venezia nel primo turno, poi elimina sia Parma che Bari nonostante il fattore campo a sfavore. È di nuovo Serie A, come nel 1990. Un’altra impresa (bissata quest’anno), l’ennesima della sua straordinaria carriera. Con Claudio Ranieri se puoi sognarlo puoi farlo. 

Luca Missori

(Fonte immagine: Sportmediaset.it)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.