Home News Castellani in visibilio: l’Empoli batte il Napoli 2-1. Analisi e pagelle

Castellani in visibilio: l’Empoli batte il Napoli 2-1. Analisi e pagelle

1

Le reti di Farias e Di Lorenzo regalano un successo prezioso ai padroni di casa. Ai partenopei, apparsi distratti e stanchi, non basta il sigillo di Zielinski

L’Empoli, terzultimo, è alla disperata ricerca di punti per coltivare la speranza di restare in Serie A. Andreazzoli schiera Silvestre, rientrato dalla squalifica, ma deve rinunciare a Diks, La Gumina, Mchedlidze e Polvani. Pajac vince il ballottaggio sull’out sinistro ai danni di Pasqual. Caputo e Farias saranno i terminali offensivi.

Il Napoli dopo la trionfale trasferta di domenica (1-4 ai danni della Roma) ricorre ad un robusto turnover: Younes e Callejon agiranno sulle corsie offensive e, affiancati da Ounas, supporteranno Milik. Luperto farà coppia con Koulibaly al centro della difesa.

Il possesso palla degli azzurri si rivela sterile e incapace di impensierire i toscani che, con grande compattezza e generosità, non rinunciano a rapidi contropiedi. Al 28’ gli uomini del presidente Corsi passano in vantaggio grazie ad una conclusione di Farias deviata da Zielinski. Il centrocampista polacco si fa perdonare al 44’ con un poderoso destro terra-aria da oltre 25 metri. Nel mezzo c’è da segnalare una provvidenziale uscita di Meret che, al 38’, impedisce a Caputo di entrare nel tabellino dei marcatori.

All’inizio della ripresa i padroni di casa si rendono più volte pericolosi: l’ottimo avvio preannuncia il secondo sigillo. Al 52’, sugli sviluppi di un angolo battuto da Bennacer, Di Lorenzo si inserisce con i tempi giusti e punisce i partenopei. Ancelotti corre ai ripari inserendo Mertens e Ruiz al posto di Ounas e Younes. La stanchezza cresce e gli schemi iniziano a saltare: entrambe le compagini sfiorano la rete in numerose occasioni ma l’imprecisione e i portieri avversari hanno la meglio. Nel corso dei quattro minuti di recupero i toscani respingono le offensive veementi e tardive degli azzurri: 2-1 il finale.

L’Empoli ha ribadito l’ organizzazione e il carattere espressi sabato all’Allianz Stadium contro la Juventus. In attesa del match del Bologna torna quartultimo.

Il Napoli incassa la quinta sconfitta: il turnover non ha pagato. Le motivazioni degli avversari erano superiori e il risultato lo ha certificato.

DICHIARAZIONI DI ANCELOTTI

“Oggi non c’è molto da dire, è stata una partita sottotono dall’inizio alla fine. Sono mancate testa e gambe, abbiamo meritato questa sconfitta. Adesso dobbiamo rimboccarci le maniche e prepararci per la prossima partita. Siamo stati disordinati e disattenti”.

PAGELLE NAPOLI

Meret 6: incolpevole in occasione delle due reti. Nella ripresa è decisivo in un paio di interventi

Malcuit 5: Farias lo mette ripetutamente in crisi. Impreciso nelle marcature. Dal 76’ Verdi s.v.

Luperto 5,5: non sfigura. Sarebbe sbagliato imputargli colpe specifiche per l’allegra fase difensiva

Koulibaly 5,5: Caputo è una spina nel fianco. Il classe ‘91 ci ha abituato a prestazioni più convincenti

Mario Rui 5: in affanno sia in fase difensiva che offensiva

Zielinski 6,5 : la sua conclusione al fulmicotone regala il momentaneo pareggio. Nella ripresa gioca a tratti ma è il migliore dei suoi. Sfortunato in occasione del sigillo di Farias

Allan 4,5: è apparso a corto di fiato. In occasione della prima rete non riesce ad interrompere la progressione di Bennacer, al 52’ Di Lorenzo elude la sua marcatura

Callejon 6: solo contro tutti

Younes 5,5: tira, crossa e corre ma gli manca sempre qualcosa per fare la differenza. Dal 58′ Ruiz 5: non riesce a dare ordine alla manovra

Ounas 5: anonimo. Occasione sprecata. Dal 57’ Mertens 6: regala vitalità al Napoli.

Milik 5: autore della sponda per il sigillo di Zielinski. Colpevole, insieme ad Allan, in occasione della rete di Di Lorenzo.

Ancelotti 5,5: il turnover non paga. Le disattenzioni dei suoi ragazzi sono probabilmente frutto della stanchezza e dell’assenza di motivazioni per un secondo posto ormai in cassaforte

Paolo A.G. Pinna
Fonte foto: Corriere dello Sport

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.