Home News Caputo mattatore, il Brescia crolla

Caputo mattatore, il Brescia crolla

1

L’attaccante ex Empoli, con una grande prestazione, regala tre punti alla sua squadra ed inguaia le rondinelle

Nel calcio non c’è una cosa più triste di una partita giocata senza pubblico.

Le parole dei protagonisti risuonano potentemente nel vuoto dello stadio, addirittura il rumore prodotto dal pallone che viene calciato, rimbomba prepotentemente.

L’attualità che purtroppo stiamo vivendo in questo momento storico, ci costringe, giustamente, ad assistere a questo scempio ma le squadre sembrano risentirne.

Nei primi venti minuti di gioco, c’è da segnalare una buona azione del Sassuolo conclusa dal tiro, troppo debole e centrale di Berardi.

Poi niente più, solo rumori amplificati all’inverosimile.

Il primo tempo è caratterizzato, come prevedibile, dal Sassuolo che cerca di sfondare la linea Maginot bresciana, ed i lombardi che provano a ripartire.

Da sottolineare le verticalizzazioni dei nero-verdi, troppo imprecise per essere efficaci e di come il gioco finisca per ristagnare nella metà del campo, dove avvengono da parte di entrambe le squadre contrasti duri ed efficaci.

Al 32° arriva il primo colpo di scena, con Berardi che è costretto a lasciare il posto a Defrel, la sua assenza potrebbe influire pesantemente sul resto della gara.

Appena due minuti dopo è Balotelli, con un tiro insidioso da fuori area, ad impegnare Consigli e sul corner successivo, sempre l’ex azzurro, costringe il portiere degli emiliani ad una deviazione da distanza ravvicinata.

Allo scadere del primo tempo Caputo, col primo lampo della sua partita, sblocca il risultato, dopo aver sfruttato l’assist di Defrel.

Nel secondo tempo gli uomini di De Zerbi provano a legittimare un vantaggio, fino a quel momento, non del tutto meritato: Locatelli impegna Joronen con una punizione magnifica che si sarebbe infilata all’incrocio dei pali, poi al 70° ci pensa sempre Caputo a chiudere la gara, freddando il portiere avversario dopo aver controlla alla grande un pallone datogli da Bourabia.

Ormai il Sassuolo è padrone del campo e cinque minuti dopo, trova il tris, grazie a Boga, che dopo un uno-due stretto calcia in porta e sigla il suo ottavo gol in campionato.

De Zerbi può essere soddisfatto di come i suoi uomini abbiano interpretato la seconda frazione di gioco, mentre per Lopez la salvezza diventa un miraggio sempre più sfocato.

Fonte foto: canalesassuolo.it

Firma: Alessandro Nardi

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.