Home News Cambio di filosofia per la Dea

Cambio di filosofia per la Dea

0

Gasperini più difensivista nelle ultime gare, ma comunque primo in classifica

Nelle ultime giornate di campionato l’Atalanta si è snaturata, da squadra portata al pressing alto con la difesa a centrocampo è passata ad una linea difensiva più bassa lasciando il pallino del gioco alla formazione avversaria. La vittoria di domenica contro la Roma dimostra questo cambio di rotta: 1 gol con un tiro in porta e una difesa bassa e compatta che puntava a chiudere le linee di passaggio. Sì perché il pressing alto e asfissiante al quale eravamo abituati ha lasciato posto ad una pressione poco intensa nella prima costruzione avversaria, tenendo la squadra compatta e cercando di far male in transizione. Quest’ultima parte non ha funzionato al massimo contro i giallorossi dato che, escludendo l’azione del gol di Scalvini, il reparto offensivo nerazzurro è risultato poco pericoloso per Smalling e compagni. Con il cambio di filosofia l’Atalanta ha migliorato i dati della scorsa stagione in termini di gol fatti (11vs10) e di gol subiti (3vs9), i quali la portano ad avere la miglior difesa del campionato fino a questo momento.

Gasp può comunque sorridere vedendo la classifica: 17 punti in 7 partite e primo posto condiviso con il Napoli di Spalletti. Quella di quest’anno è la miglior partenza nella storia dei bergamaschi, battuto il record della stagione 2019/20 quando i punti furono 16, sempre con Gian Piero Gasperini in panchina. Nelle stagioni passate l’Atalanta è stata più bella e divertente che vincente, forse l’allenatore vuole invertire la rotta e cercare di vincere senza il bel gioco.

Fonti foto: Profilo Facebook Atalanta/Getty Images

Davide Farina

Articolo precedenteGiroud spicca il volo in Nations League
Prossimo articoloStasera Italia-Inghilterra: tanti forfait per gli azzurri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.