Home News Calciomercato: le pagelle della serie A

Calciomercato: le pagelle della serie A

0
Fonte eurosport.it

Si sono concluse ieri alle 20 le trattative per le compravendite estive 2022 dei calciatori, ecco i giudizi sull’operato delle compagini italiane che si daranno battaglia in questa stagione

Atalanta 5.5 : senza le coppe Gasperini potrà lavorare con tranquillità. I giocatori partiti, come Freuler, Pessina e Ilicic, però, sono stati sostituiti da scommesse. Al tecnico il compito di trasformarli in grandi giocatori. Tra questi Ederson, Soppy e Lookman potrebbero dare soddisfazioni ma per ora sono delle incognite.

Bologna 5 : mercato di basso profilo per i felsinei che non cambiano l’ossatura della squadra. Buoni incassi grazie a Theate e Hickey ma nessun grosso investimento. Da segnalare tra i vari acquisti il solo Cambiaso, esterno arrivato in prestito dalla Juve.

Cremonese 6 : buon mercato, acquistati giocatori funzionali al gioco di Alvini. Dessers e Okereke ottimi innesti per l’attacco. Tra gli altri Chiriches, Ghiglione e l’ultimo colpo Meitè possono far bene vista l’esperienza pregressa in serie A.

Empoli 5 : la rinuncia ad Andreazzoli forse la notizia peggiore. Vedremo se Zanetti riuscirà a ottenere gli stessi risultati. Mercato insufficiente, persi giocatori importanti come Asllani, Zurkowski e Pinamonti. Marin e Destro gli acquisti più rilevanti. Eccessiva, forse, presenza in attacco con gli arrivi del già citato Destro, Satriano, Lammers e Pjaca.

Fiorentina 6,5 : bel lavoro della dirigenza viola. La squadra messa in mano a Italiano può far bene, vediamo come reagisce ai tanti impegni. Gli acquisti di Dodò, Barak e Jovic sono profili interessanti. Incognite Gollini in porta e Mandragora a centrocampo in luogo di Torreira andato altrove.

Inter 7,5 : la società nerazzurra ha fatto quello che doveva fare. A parte Perisic tutti i big sono rimasti. La panchina, soprattutto a centrocampo, è stata migliorata con Mkhitaryan e Asllani. Handanovic ha finalmente un vice all’altezza, Onana. Davanti il ritorno di Lukaku è stata una mossa importante vista la necessità di un attaccante che spostasse gli equilibri. Unico neo il vice de Vrij, forse si poteva fare meglio di Acerbi, soprattutto a livello di prospettiva.

Juventus 8 : la dirigenza juventina non poteva forse fare di più. Dopo partenze importanti gli arrivi di Bremer, Pogba, Paredes, Kostic, Di Maria e Milik sono di spessore. Sulla carta Allegri ha una grande squadra, sul campo toccherà anche a lui. Tagliati i rami secchi come Arthur, Zakaria e Dybala, oltre agli addii di Chiellini e de Ligt in difesa.

Lazio 6,5 : anche qui fatta un po’ di pulizia sono state acquistate pedine funzionali al gioco di Sarri. Rivoluzionati portieri e i centrali di difesa con Provedel, Maximiano, Romagnoli e Casale. Finito il regno di Lucas Leiva, ora vedremo come si comporterà Marcos Antonio. Per il resto tenuti i più importanti e questa è la notizia migliore.

Lecce 4,5 : il fiore all’occhiello Umtiti non cambia la valutazione. La rosa allestita non sembra adeguata per la A, Ceesay e Di Francesco i colpi più importanti davanti, il resto è nelle mani di Baroni.

Milan 7 : continua la politica della dirigenza rossonera di puntare su giovani interessanti. L’uomo copertina è sicuramente De Ketelaere, uno dei migliori prospetti del panorama calcistico. Arrivati profili di prospettiva come Adli, Vranckx e Thiaw. Buon compromesso Dest, da verificare Origi soprattutto per tenuta fisica. A parte Kessiè tenuti tutti i protagonisti dello scudetto.

Monza 6,5 : mercato importante per la neopromossa, almeno sulla carta. Tra i vari acquisti Cragno, Andrea Ranocchia, Izzo, Sensi, Pessina, Petagna e Caprari sono tutti elementi con grande esperienza di serie A. Il problema sarà metterli insieme e Stroppa per il momento sta arrancando sull’obiettivo.

Napoli 6,5 : chiuse alcune storie passate si guarda al futuro. Le partenze di Insigne, Mertens e Koulibaly consegnano a Spalletti una squadra rinnovata. Buoni i nuovi innesti che col tempo potrebbero diventare ottimi. Tra questi il coreano Kim, Kvaratskhelia e Raspadori. Interessanti i ricambi grazie agli arrivi di Ostigard, Ndombelè e Simeone.

Roma 7,5 : con un difensore di livello forse saremo arrivati a 8. Gran lavoro della società giallorossa che regala a Mourinho giocatori importanti per gli obiettivi di squadra. Dal gran colpo Dybala agli arrivi di Wijnaldum e Matic. Completano il quadro Celik e Belotti. Arrivato in extremis Camara dall’Olympiakos per tamponare l’infortunio occorso proprio a Wijnaldum. Tutto ben fatto.

Salernitana 6,5 : gran lavoro di Morgan De Sanctis che consegna a Nicola una squadra con grandi possibilità di salvezza. Ottimi gli arrivi di Candreva, Maggiore e Vilhena a centrocampo, forse troppa abbondanza davanti dove a Bonazzoli si aggiungono Dia, Piatek e Botheim. Qualche dubbio dietro, gli arrivi di Bronn, Daniliuc e Pirola non convincono, buono Lovato.

Sampdoria 4,5 : idee un po’ confuse. Winks, Pussetto e Djuricic non scaldano. Gli addii di Candreva, Thorsby e Ekdal e l’anno in più di Quagliarella meritavano forse innesti più efficaci.

Sassuolo 5,5 : persi giocatori importanti davanti non rimpiazzati a dovere. Il solo Pinamonti e la permanenza di Berardi non sopperiscono alle partenze di Raspadori e Scamacca. Centrocampo salvo, in difesa torna Erlic con la partenza di Chiriches. Qualche fantasma aleggia sui neroverdi, vedremo Dionisi come agirà.

Spezia 5 : Mercato interlocutorio per i liguri. Dragowski prende posto tra i pali, in difesa Caldara sostituisce Erlic, Ekdal e il jolly Ampadu arricchiscono la mediana di Gotti.

Torino 5,5 : troppe partenze importanti per arrivare alla sufficienza nonostante i discreti arrivi. Difesa da valutare dopo il saluto a Bremer, i granata scommettono sull’ex Ajax Schuurs. Persi diversi pezzi tra centrocampo e trequarti, ottimi gli acquisti come Vlasic, Radonjic e Miranchuk. Con la partenza di Belotti nessun arrivo in attacco.

Udinese 5 : solito mercato friulano che giudichiamo insufficiente ma che tra sei mesi potrà essere un capolavoro. Tecnico esordiente e partenze importanti come Molina. Sono arrivati giocatori meno conosciuti che al momento non danno garanzie, domani chissà. In difesa una vecchia conoscenza della serie A, Masina è il jolly che può servire a Sottil.

Verona 4,5 : squadra rivoluzionata soprattutto davanti e il livello è purtroppo sceso. Andati via giocatori troppo importanti, Caprari, Simeone, Barak, Casale, per fare qualche nome. I rimpiazzi non sono all’altezza. In attacco gli arrivi di Henry e Verdi non sembrano convincere.

Glauco Dusso

Articolo precedenteIl calciomercato si scalda: i colpi delle ultime ore in Italia e all’estero
Prossimo articoloLe griglie di partenza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.