Home News Cagliari-Crotone 4-2: festival del gol tra Di Francesco e Stroppa

Cagliari-Crotone 4-2: festival del gol tra Di Francesco e Stroppa

0

Lykogiannis, Simeone, Sottil e Joao Pedro in gol per i sardi, che inanellano la seconda vittoria consecutiva. Bene Simy e Messias nei calabresi, che soffrono ancora una fase difensiva “approssimativa”…

La quinta giornata di Serie A vive il suo match delle 12:30 nella sfida della Sardegna Arena, che oppone due formazioni parse in salute nell’ultimo turno.
I padroni di casa del Cagliari, reduci dalla bella affermazione in casa di un disastrato Toro, recuperano Godin al centro della difesa a ridosso della gara.
Gli ospiti calabresi, allenati da Stroppa, vogliono replicare l’ottima prestazione che ha regalato il primo punto in campionato all’Ezio Scida contro i campioni d’Italia della Juventus: confermato perciò il duo in attacco composto da Simy e Messias.

Le formazioni ufficiali:
Cagliari (4-2-3-1) – Cragno; Zappa, Walukiewicz, Godin, Lykogiannis; Marin, Rog; Nandez, Joao Pedro, Sottil; Simeone. Allenatore: Eusebio Di Francesco
Crotone (3-5-2) – Cordaz; Magallan, Golemic, Luperto; Pedro Pereira, Molina, Cigarini, Benali, Reca; Simy, Messias. Allenatore: Giovanni Stroppa


MESSIAS CHIAMA, LYKOGIANNIS RISPONDE – Sin dai primissimi minuti di gioco si comprende subito che il match non tratterà eccessivamente di tatticismi e gioco speculativo. Entrambe le formazioni si sfidano a viso aperto e la valanga di reti che scandisce la prima frazione ne sono la logica conseguenza.
Al 17′ è il Crotone a rendersi pericoloso per primo con Messias, che impegna Cragno da distanza ravvicinata. È il preludio a quel che capiterà 4′ dopo, quando il brasiliano siglerà lo 0-1 sfruttando una bella discesa di Reca.
Passano altri quattro minuti e il Cagliari fa subito 1-1: punizione perfetta di Lykogiannis “nel sette” e niente da fare per Cordaz.


ALTRI BOTTI FINO AL 45′ – I rossoblu padroni di casa prendono il controllo del possesso e completano la rimonta al 35′ con Giovanni Simeone, bravo a sfruttare un’invenzione di Joao Pedro.
Il Crotone a questo punto fa capire che il pari ottenuto con la Juve la scorsa settimana non è frutto del caso, rimettendosi a giocare a testa bassa come se nulla fosse accaduto. Al 43′ è Salvatore Molina ad impattare il 2-2 con una precisa conclusione da fuori area.
“Tanti pregi, quanti difetti” per quelli di Stroppa, che si fanno beffare a ridosso dell’intervallo: marcatura blanda sull’esterno e il cross al bacio di Zappa viene convertito da Sottil nel 3-2 sardo che pone fine a un primo tempo “fantacalcisticamente” perfetto.


CIGARINI, “ROSSO DELL’EX”… – Al 3′ della ripresa, il Crotone resta in 10: Luca Cigarini, già ammonito per un intervento duro nel primo tempo, rimedia un inappellabile secondo cartellino giallo dal fischietto Di Martino.
Nonostante l’inferiorità numerica, il Crotone non rinuncia a ricercare la verticalità su Messias e Simy.
Più spazio per le ripartenze del Cagliari, che prima con Simeone e poi con Joao Pedro sfiorano due volte, all’altezza del 7′, il punto del poker: l’argentino allarga troppo il piattone e il brasiliano trova invece i pugni di Cordaz.
Poco dopo l’ora di gioco Godin & compagni aprono una prateria a Messias, che piazza il mancino fuori di poco.
Ribaltamento di fronte e Nandez chiama Cordaz al miracolo con un altro piazzato d’autore.


…JOAO PEDRO LA CHIUDE – I cambi operati nella ripresa dai calabresi (Rispoli e Vulic per Reca e Molina, ndr) non cambiano lo spartito in campo. Da annotare invece gli applausi rimediati all’uscita dal campo dal cagliaritano Sottil, sostituito da Ounas a un quarto d’ora dalla fine. Al 35′ della ripresa, giocata formidabile di Simy: il nigeriano si produce in una finta in piroetta che lo pone solo davanti a Cragno, quando il suo tiro a botta sicura prende in pieno l’estremo difensore sardo, che salva in corner miracolosamente.
Di Francesco sente odor di bruciato e toglie Simeone e Lykogiannis per inserire forze fresche con Pavoletti e Klavan.
A 5′ dal 90′ giunge il punto che chiude i giochi: corner spizzato da Pavoletti e convertito in gol da Joao Pedro (rete convalidata con VAR) che pesca il 4-2 diventando il secondo miglior marcatore in Serie A della storia dei sardi. Le ultime sostituzioni non modificheranno più il punteggio.

Sorride il Cagliari, che trova la seconda vittoria in Serie A 2020/2021, confermando il buono stato di forma mostrato contro il Torino nel turno precedente: ancora da rodare Godin in difesa, ma l’attacco e il gioco sugli esterni possono far ben sperare l’ex allenatore di Roma e Sampdoria.
Rammarico per il Crotone, che anche dopo l’espulsione di Cigarini non ha mai rinunciato a giocare, confermando i passi in avanti post esordio.

Fonti foto: SkySport | Il Bianconero | Unione Sarda | Calciomercato.com | Il Pallone Gonfiato

Alessandro Sticozzi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.