Home News Cagliari: alla ricerca dei tre punti perduti

Cagliari: alla ricerca dei tre punti perduti

0

I rossoblù non trionfano da cinque turni e domenica incontreranno un Milan in lotta per la Champions League

Vincere non è facile, il Cagliari se ne sta rendendo conto.

I tre punti sono un ricordo ormai sbiadito: il 26 dicembre alla Sardegna Arena i rossoblù archiviavano il 2018 con un successo sul Genoa (1-0), la festa per il trionfo si sommava alle vigilie e ai veglioni.

Il 2019 è finora stato avido di soddisfazioni, la zona retrocessione non è più così distante: sono solo quattro le lunghezze di vantaggio sul Bologna terzultimo. La squadra di Maran sta vanificando il buonissimo avvio di stagione culminato a novembre con le convocazioni a Coverciano di Cragno, Barella e Pavoletti. Uno dei motivi principali di questo calo di rendimento è l’infortunio accorso a Castro. El Pata a causa della rottura del legamento crociato ha dovuto dare anzitempo il suo arrivederci alla stagione: prima del k.o dell’argentino il Cagliari aveva raccolto 14 punti in 12 incontri, dopo di esso 7 in 10.
Il tecnico riponeva grande fiducia nell’argentino e aveva costruito ogni schema tenendo conto dell’estro del suo pupillo.

Birsa, giunto nel mercato di riparazione per colmare l’assenza dell’ex Catania, non può ancora essere giudicato: alla seconda da titolare è stato costretto ad abbandonare il terreno di gioco a causa della frattura dell’ulna che lo terrà lontano dai campi fino ai primi giorni di marzo. Su Asseminello sembra aleggiare una maledizione su chiunque debba ricoprire questo ruolo.

L’argentino e lo sloveno condividono l’infermeria con altri due compagni anch’essi nuovi acquisti: Klavan sta vivendo un calvario a causa del problema al tendine d’Achille, Thereau al debutto contro l’Atalanta è uscito dopo 19 minuti per l’elongazione al bicipite femorale della coscia destra. Per il primo il ritorno è ancora da stimarsi, per il secondo è quantificabile in due settimane.

In vista della sfida di San Siro di domenica Cigarini sarà il playmaker, al suo fianco agiranno Ionita e Padoin. Barella sarà posizionato sulla trequarti a supporto di Joao Pedro e Pavoletti.

Piatek è il pericolo principale: la coppia Ceppitelli-Pisacane dovrà fare gli straordinari e non è detto che ciò possa bastare…

Paolo A.G. Pinna
Fonte foto: Corriere dello Sport

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.