Home News Buon compleanno Atalanta, quanto sei cresciuta!

Buon compleanno Atalanta, quanto sei cresciuta!

0

Sono 112 le candeline che la squadra bergamasca, attuale terza forza del campionato, spegne oggi. Dalla nascita, avvenuta il 17 ottobre del 1907, al 2019, la squadra di Gasperini è cresciuta esponenzialmente, fino ad arrivare ai livelli più alti della sua storia

Non ci si può più nascondere dietro al nomignolo di provinciale, l’Atalanta ormai può considerarsi una big a tutti gli effetti. La cartina al tornasole di questo nuovo status è rappresentata non solo dai 16 punti conquistati in appena 7 partite, ma anche dal gran numero di nazionali (ben 13) prestati alle rispettive selezioni. La tegola per Gasperini arriva proprio da uno dei suoi gioielli, impegnato oltreoceano. Sabato, in occasione dell’amichevole tra Colombia e Cile, Duvan Zapata ha riportato un serio infortunio all’adduttore destro, che lo terrà lontano dai campi di gioco per circa un mese. L’ottima rosa dei nerazzurri sopperirà all’assenza del bomber colombiano con l’inserimento del suo connazionale Luis Muriel, già a quota 3 reti in questa stagione.

I lombardi sono attesi da un tour de force che li vedrà impegnati da sabato 19 ottobre alle 15 in casa della Lazio, nell’incontro valido per l’ottava giornata di campionato, sino al 10 novembre, quando l’Atalanta sarà ospite della Sampdoria. In mezzo altre tre partite di campionato, ma soprattutto le due proibitive sfide di Champions con il Manchester City, nelle quali i nerazzurri si giocano la qualificazione e la permanenza in Europa.

Siamo alla prova del nove. Riuscirà la micidiale armata di Gasperini a disputare 7 gare in 21 giorni tenendo i ritmi che la contraddistinguono?

Il primo incontro, contro la Lazio di Inzaghi, sa tanto di rivincita dopo l’amara sconfitta per 2 a 0 patita nella finale di Coppa Italia dello scorso anno. Portare a casa il bottino pieno contro i biancocelesti significherebbe creare un solco di 8 punti con una delle rivali più accreditate al quarto posto. Come si dice, chi bene comincia è a metà dell’opera, Correa permettendo.

Foto: Ecodibergamo.it

Marco Fabio Ceccatelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.