Home News Bum, bum Belotti: colpo grosso del Toro all’Olimpico – Roma-Torino, analisi e...

Bum, bum Belotti: colpo grosso del Toro all’Olimpico – Roma-Torino, analisi e pagelle

1

La squadra di Fonseca subisce una sconfitta inaspettata (la trentesima della sua storia al rientro dalla sosta natalizia) contro i ragazzi di Mazzarri, che hanno interpretato perfettamente la partita

La Roma parte subito bene, scende in campo con la mentalità di chi vuol far sua la partita fin da subito e dopo due minuti, arriva il primo pericolo, con un tiro di Zaniolo, deviato da Izzo, che impegna Sirigu.

La Roma è martellante, ed al sesto minuto, sfiora due volte il gol: prima con Florenzi, che impegna Sirigu in tuffo, poi con Zaniolo, che serve in area Dzeko, il quale da buona posizione scivola.

Il Torino è vivo e lo dimostra con Belotti, che s’inserisce perfettamente in area di rigore, e lascia partire un gran diagonale, dove Pau Lopez e bravissimo a deviare sul palo.

Sul prosieguo dell’azione la palla perviene a De Silvestri, che solo, al limite dell’area piccola colpisce debolmente di testa, divorandosi un gol fatto.

Non male per i primi dieci minuti!

Gli uomini di Fonseca continuano a spingere e Kolarov libera il suo sinistro ma il tiro, potente e velenoso, termina fuori di un palmo.

I giallorossi continuano ad avere il pallino del gioco, creando occasioni potenziali che non si concretizzano per poco, il Toro invece, si rende estremamente pericoloso in contropiede e Lukic, di testa, da posizione estremamente favorevole spedisce alto.

Sul ribaltamento di fronte, Dzeko viene lanciato in campo aperto, poi viene atterrato in area di rigore, l’azione è fermata per un fuorigioco di partenza del bosniaco.

Rimangono dubbi sul fatto se Dzeko sia partito o meno, al di là della propria metà campo.

Ancora una volta Roma vicinissima al gol:Pellegrini, solo, un passo dentro l’area di rigore, lascia partire un fendente, preciso e potente, ma Sirigu, ancora una volta,salva la sua porta.

Si ha la sensazione che la partita possa cambiare da un momento all’altro e così è: Belotti riceve palla in area di rigore, Mancini gli lascia spazio, ed il “Gallo” butta giù la porta con un sinistro terrificante.

Il secondo tempo ricomincia in modo vibrante: Pellegrini, prima spara alto da buona posizione, poi Belotti impegna Pau Lopez in una parata plastica, con il pallone che termina sulla traversa.

La Roma, al 55′ prova a spingere con Perotti, che tenta l’assolo, ma ancora una volta Sirigu è bravo ad intervenire sul primo palo.

Dopo dieci minuti Roma ancora vicinissima al gol, prima con Pellegrini, ma ancora una volta Sirigu si supera, poi Mancini, che da due passi si vede deviare da Izzo la palla in corner.

Alla fine è il Toro a chiuderla: al 85′ viene concesso un calcio di rigore a favore dei granata, grazie all’intervento del VAR nonostante l’intervento di Smalling sembrasse involontario e Belotti lo trasforma in maniera impeccabile.

La Roma torna a casa con le pive nel sacco, nonostante non abbia giocato male, ed il Torino torna a sorridere grazie ad una vittoria importante e meritata.

Queste le parole di Fonseca nel post gara: “Non abbiamo disputato una grande partita ma comunque si possono contare più di 30 tiri in porta da parte nostra. L’arbitraggio non mi è piaciuto ma non cerchiamo scuse”.

Pau Lopez: 6.5 Non ha colpe sui gol dei granata ed in apertura di match è bravissimo a salvare, con l’aiuto del palo, su un gran diagonale di Belotti. Anche nel secondo tempo, salva, con l’aiuto della traversa, sempre sulla conclusione del “Gallo”

Florenzi: 5 In fase offensiva non è neanche male, ma a calcio si gioca anche in difesa e lui soffre troppo i suoi avversari, sopratutto Belotti quando spazia. Il primo gol nasce da una sua palla persa.

Mancini: 5 Lascia quello spazio decisivo a Belotti in occasione del primo gol. Un solo errore, ma pesante.

Smalling: 5.5 Buone chiusure, qualche errore di misura, gli viene fischiato un rigore discutibile contro. Ha fatto di meglio.

Kolarov: 5 Poco preciso in fase offensiva, solite disattenzioni dietro, forse deve tirare il fiato.

Veretout: 6 Viene sostituito, per provare un assetto maggiormente offensivo, ma la sua gara è tutt’altro che insufficiente. Sbaglia molto poco e si trova in tutte le zone del campo. ( dal 62′ Mkhitayan 5 Il suo ingresso dà qualità alla squadra, ma l’errore che poteva pareggiare il conto, è troppo grave per sorvolare)

Diawara: 6.5 E’ il migliore nel centrocampo della Roma, prova sempre a ragionare, cerca di non buttare mai via il pallone. Oggi il suo dirimpettaio, ha sbagliato di più.

Zaniolo: 5 Nel primo tempo sembra essere in partita, poi piano, piano diventa sempre più evanescente. Forse Fonseca poteva cambiarlo prima e lasciare Perotti più a lungo. ( dal 85′ Under pochi minuti, in una partita già conclusa. Forse anche troppi, per un giocatore che, con le ultime prestazioni, sembra essere già fuori dalla Roma)

Pellegrini: 6 Quest’oggi croce e delizia. Spesso incanta con le sue giocate, ma poi si rimangia la dote con errori non degni di un calciatore della sua caratura.

Perotti: 6.5 Tra i trequartisti è quello che ha creato maggiori pericoli, lascia il posto a Kalinic, forse, ingiustamente. (dal 73′ Kalinic 4.5 Sbaglia un gol facile, forse Roma, non è la piazza giusta per lui)

Dzeko: 4.5 Non tira mai in porta, nonostante la Roma crei una gran mole di gioco. Non è la prima volta che incappa in una brutta partita al livello di finalizzazione, ma questa volta è venuta meno anche la “vis pugnandi” con la quale spesso ha rimediato.

Fonseca: 5.5 Poteva lasciare Perotti in campo e sostituire uno spento Zaniolo, forse avrebbe fatto la differenza. Per il resto la Roma, non ha giocato male.

Fonte foto: Toronews.net

Firma: Alessandro Nardi

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.