Home News Brescia: tris al Lecce con il ritorno di Corini

Brescia: tris al Lecce con il ritorno di Corini

0

Primo match point per la salvezza con il ritorno del mister

La cura Corini pare funzioni; proprio così… tre gol rifiliati al Lecce tra le mura amiche grazie allo score di Chancellor, Torregrossa e Spalek che permettono alle rondinelle di rimanere in corsa per la salvezza, anche se è troppo presto e la matematica ancora non emetterà il verdetto.
Può essere un buon match point contro una diretta pretendente alla salvezza, tornando nella zona calda con 13 punti (due in meno dei salentini) ma hanno ancora a disposizione la carta del recupero contro il Sassuolo di mercoledì sera.
Bene subito i padroni di casa che dopo appena 6 giri di lancette provano a impensierire la difesa giallorossa con Romulo servito da Torregrossa. Lo stesso ex Juve Verona e Lazio si ripete al 21′ chiedendo invano il rigore dopo l’atterramento di Dell’Orco in area di rigore.
Il Brescia è sembrato più incisivo rispetto agli ospiti, ma ad impensierire i tifosi biancoazzurri ci pensa Alfonso con uscite alquanto discutibili. Lo stesso estremo difensore, invece fa ricredere gli intervenuti sugli spalti deviando con i pugni una conclusione proprio di Dell’Orco. La partita, sembrerebbe scendere nella noia totale fino a quando, al minuto 32 sul cross di Sabelli, sponda di Torregrossa e tap-in vincente sulla linea di Chancellor per il momentaneo vantaggio casalingo. Nel frattempo si scaldano gli animi, vista anche la posta in palio, fino al 43′ quando, complice un errore dell’estremo difensore salentino Gabriel che lascia passare una punizione del baby prodigio Tonali, le rondinelle trovano sempre il solito Sabelli che rimette al centro dove Torregrossa non può sbagliare il raddoppio a porta vuota.
Squadre al riposo sul 2-0 per il Brescia. Nella ripresa, Liverani cambia i suoi; Falco sostituisce un evanescente Shackov ma sono sempre le rondinelle ad impensierire la difesa leccese: questa volta è Balotelli che sfiora il palo e pochi minuti dopo cerca il ritorno al gol ma un buon Gabriel dice no all’attaccante bresciano.
Il Lecce prova a strappare un punto e si porta in avanti all’arrembaggio, ma è il Brescia al minuto 61′ con un contropiede a firma di Spalek a sancire il 3-0.
Un Lecce mai domo che, nonostante le speranze ridotte ad un lumicino, ci crede e Liverani schiera una formazione a trazione anteriore con 5 attaccanti ( Lapadula, La Mantia, Falco subentrato a Shakhov, Farias e Babacar); ma le speranze si spengono quando un ottimo Alfonso interviene prima su La Mantia prima e su Babacar poi.
Il Brescia porta in cascina 3 punti che possono rivelarsi fondamentali, soprattutto contro le dirette concorrenti, per la salvezza; ma il tempo di verdetti, si sa… è ancora lontano.
Resta l’amaro in bocca per il Lecce, vista la trasferta e soprattutto i 3 punti persi; ma il campionato è lungo e si può rimediare.

Fonte foto: ansa.it

Gabriele D’Acuti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.