Home News Brescia 0-3 Roma: Zaniolo sorride – analisi e pagelle

Brescia 0-3 Roma: Zaniolo sorride – analisi e pagelle

0

Vittoria relativamente semplice dei capitolini che ritrovano il loro astro

Il primissimo approccio della Roma non è stato positivo: il Brescia in due minuti colleziona due palle gol ed un gol annullato ma poi i giallo-rossi riescono a riprendere le redini del gioco in mano e oltre a collezionare calci d’angolo, riesce a rendersi pericolosi con Kalinic e Pellegrini, il quale non riesce ad intervenire su una respinta corta di Andreacci.

Intorno alla mezz’ora la Roma cerca di spostare la partita dalla sua parte: Bruno Peres imperversa sulla fascia destra e mette al centro una gran palla ma Kalinic, ancora una volta di testa, la manda alta da posizione favorevole.

Dopo un minuto Fazio pesca Perez con una bella verticalizzazione: lo spagnolo brucia il diretto avversario ma il suo diagonale mancino lambisce il palo alla sinistra di Andrenacci.

Il finale di primo tempo è tutto di marca giallo-rossa e prima Kolarov, poi Pellegrini, provano a rendersi pericolosi su calcio di punizione ma nel primo caso è bravo Andrenacci, mentre nel secondo la barriera fa bene il suo dovere.

La Roma riparte subito forte e al primo minuto Mancini innesca Pellegrini con un gran lancio, ma il talento giallo-rosso, non riesce ad agganciare il pallone a tu per tu col portiere avversario.

Il gol è nell’aria ed infatti due minuti dopo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Fazio calcia verso la porta e grazie ad un errore marchiano di Andrenacci trova il gol del meritato vantaggio.

Il Brescia non demorde ed al cinquantatreesimo sfiora il pareggio ma il colpo di testa di Mangraviti, termina alto di poco.

Al sessantaduesimo la Roma chiude la partita: Perez imbecca con un gran lancio Kalinic che sfrutta gli errori di Papetti e quello di posizionamento di Andrenacci e deposita la pala in rete da pochi passi.

A venti minuti dalla fine arriva la notizia più bella per la Roma: Zaniolo torna al gol! Perotti lo imbecca bene, prova l’allungo ed il tiro, Andrenacci non è irreprensibile ed è la pietra tombale sulla partita.

A dieci minuti dalla fine Dzeko decide di attentare alla traversa del Brescia, con un sinistro da fermo estremamente potente, ma sarebbe stato troppo.

La Roma torna a correre e Fonseca è soddisfatto: “Potevamo segnare di più, ma adesso siamo un’altra squadra” ed il Brescia, malinconicamente, inizia a dire addio alla serie A.

Pagelle:

Mirante: 6 Pomeriggio di relativo relax.

Mancini: 6 Gli avversari non fanno certo tremare i polsi e lui se la cava egregiamente. (dal 81′ Spinazzola: N.G.)

Fazio: 6,5 Rispetto alle ultime apparizioni in difesa non fa danni, ed è già qualcosa, in avvio di secondo tempo ha il grande merito di sbloccare il risultato.

Ibanez: 6,5 Sbaglia il primo intervento ma si tratta di un errore bianco, mostra molta sicurezza e personalità, oltre a due i piedi educati.

Bruno Peres: 6 Dopo solo quattro stagioni riesce a mettere due partite di fila sopra alla sufficienza. Benvenuto!

Veretout: 6,5 Solito moto perpetuo, tocca molti palloni e prova il tiro in porta. ( dal 67′ Perotti: 6 Entra nell’azione del gol di Zaniolo con una buona accelerazione e il passaggio filtrante)

Diawara: 5,5 Leggermente avulso dal gioco, fatica a trovare il ritmo e le prestazioni pre COVID 19.

Kolarov: 5 Non sembra il solito Kolarov, gioca con sufficienza e il rendimento è quello che è.

Carlos Perez: 6,5 Spesso è pericoloso con le sue percussioni, sbaglia un gol che avrebbe dovuto segnare. (dal 67′ Villar: 6 Ordinato, non ruba l’occhio, buona palla a Dzeko nel finale)

Pellegrini: 5,5 Avulso dal gioco, dovrebbe sfruttare la sua classe, per illuminare i compagni. (dal 67′ Zaniolo: 7 Torna al gol e fa vedere molte delle sue, proverbiali, accelerazioni)

Kalinic: 6,5 L’impegno c’è, ma sbaglia due gol abbastanza semplici, nel secondo tempo trova il gol della sicurezza. (dal 77′ Dzeko: 6 Fa tremare la traversa dell’impianto con un gran tiro di sinistro, pochi minuti dopo prende anche il palo)

All: Fonseca: 6,5 Tra squalifiche e turnover deve far di necessità virtù, ci è riuscito bene.

Kalinic in contrasto con Tonali.

Fonte foto: calciomercato.it

Firma: Alessandro Nardi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.