Home News Bologna, Mihajlovic festeggia il compleanno in emergenza totale

Bologna, Mihajlovic festeggia il compleanno in emergenza totale

1

Il tecnico serbo avrà l’arduo compito di preparare la sfida di sabato contro l’Udinese orfano di mezza squadra, complici infortuni e squalifiche

Sinisa Mihajlovic ne sa qualcosa di imprese, l’ultima e la più difficile è la battaglia che sta portando avanti contro la leucemia che lo ha colpito da poco meno di un anno. Oggi nel giorno del suo cinquantunesimo compleanno sono in tanti ad omaggiarlo non con dei semplici auguri di circostanza, ma con messaggi densi di significato e di affetto per un giocatore ed un uomo che ha lasciato il segno in tutte le piazze in cui ha indossato gli scarpini da calciatore o la giacca elegante da allenatore.

Il passo falso casalingo di sabato scorso con il Genoa non ha scalfito la stima e l’entusiasmo che circola nei confronti del tecnico del Bologna per i risultati che i felsinei hanno portato a casa sotto la sua guida. L’Europa League dista appena due punti, certo la concorrenza è folta ed agguerrita, ma più è dura la lotta e più Sinisa si esalta. Contro l’Udinese sabato alle 15 i rossoblu saranno in emergenza assoluta. Gli allenamenti a porte chiuse di questa mattina nel centro sportivo di Casteldebole, hanno avuto lo scopo di celare le invenzioni mirabolanti che il tecnico serbo svelerà contro i friulani. Gli esami strumentali di oggi effettuati da Svanberg, hanno confermato la lesione del semitendinoso della coscia sinistra, ciò vuol dire che il capitano dell’under 21 svedese dovrà restare fermo per almeno 4 settimane.

Ennesima tegola che si aggiunge alle defezioni contemporanee di Santander, Soriano, Krejci, Dijks e Sansone. Lo stesso Medel ha svolto lavoro differenziato.  

La situazione diventa grottesca se si pensa che all’appello mancheranno anche Schouten e Denswil, espulsi contro il Grifone e di conseguenza squalificati.

Il Bologna è una squadra gagliarda, come il suo allenatore. Ha dimostrato di saper risalire la china nei momenti di maggiore difficoltà. La spinta emotiva di Mihajlovic sarà fondamentale per non far diventare la valanga di assenze un alibi che possa condizionare il risultato della prossima gara.

FOTO: Gds.it

Marco Fabio Ceccatelli

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.