Home News Bayern insaziabile, il triplete è alla portata

Bayern insaziabile, il triplete è alla portata

0

I bavaresi non sbagliano un colpo, ennesimo successo oggi pomeriggio per celebrare il titolo

Festeggia alla grande il Bayern Monaco la vittoria del 30esimo Meisterschale, imponendosi 3-1 sul Friburgo. Ennesima doppietta del fenomeno con il numero nove sulla schiena (Lewandowski raggiunge quota 33 reti in Bundesliga), che va ad aggiungersi al gol iniziale di Kimmich. Inutile la rete sul 2-0 di Holer. Bavaresi supersonici e insaziabili, che in un Allianz Arena deserto, agguantano la vittoria numero 25 in campionato e arrivando ad un bottino di reti pari a 96 con 32 gol subiti. Numeri niente male per una squadra, contraddistinta da non poche difficoltà a inizio stagione.

IN ORIGINE FU KOVAC

L’annata bavarese era, infatti, iniziata con una guida diversa in panchina, ovvero con quel Niko Kovac, vincitore del treble nazionale nella stagione precedente, ma reo di un inizio non proprio esaltante secondo le aspettative di Beckenbauer&Co. Passi falsi in Bundesliga, come le sconfitte contro Hoffenheim ed Eintracht, ma primo posto indiscusso in Champions, condito dal clamoroso 2-7 in casa del Tottenham. Decisiva, tuttavia, per Kovac la sonora sconfitta per 5-1 contro l’Eintracht del 2 novembre.

MACCHE’ TRAGHETTATORE

Scelta forse non fu mai azzeccata per la dirigenza bavarese, che dal 6 novembre, giorno dell’esordio di Hansi Flick (2-0 all’Olympiacos), ha potuto assistere ad un Bayern quasi perfetto. Vittorie, prestazioni e tanti, tantissimi gol, che hanno permesso all’allora traghettatore Flick, di battere record su record, diventando il più grande esordiente nella storia della panchina bavarese: nessuno era riuscito in passato a partire con 27 vittorie in 30 gare, neppure sua maestà Pep.

Vinto il Meisterschale, i due obiettivi rimasti sono la DFB Pokal (sabato 4 luglio finalissima contro il Bayer Leverkusen all’Olympiastadion) e la Champions League. In Europa, il grande rollino di marcia dei bavaresi, dopo aver terminato il proprio girone da imbattuti con 6 vittorie su 6, è fermo all’ottavo di finale di andata, vinto a Londra contro il Chelsea per 3 a 0. Qualificazione messa in cassaforte, con epilogo finale ad agosto inoltrato (Final eight dal 12 al 23 in Portogallo). Il sogno triplete è decisamente alla portata: 7 anni fa la prima volta con Heynckes, la seconda porterebbe il Bayern sull’olimpo dei miti insieme al Barcellona (l’unica squadra a vincere due triplete).

Fonte foto: Tuttomercatoweb

Sandro Caramazza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.