Home News Atalanta, testa al campionato, ma in Champions non è ancora finita

Atalanta, testa al campionato, ma in Champions non è ancora finita

1

Dopo il pokerissimo in casa del City, gli orobici preparano la sfida interna contro l’Udinese. Il pareggio tra Shakhtar Donetsk e Dinamo Zagabria lascia però ancora uno spiraglio per la clamorosa qualificazione agli ottavi

BERGAMO – Il campionato per l’Atalanta sta diventando sempre più la ‘spalla’ per consolarsi dopo le batoste in Europa. Un po’ come quando un amico ti consola dalle delusioni con una donna. E così, reduci dal 5-1 in casa del City, gli orobici si concentrano sulla sfida di domenica pomeriggio in casa contro l’Udinese.

Tornando alla Champions, incredibile ma vero, per l’Atalanta c’è ancora speranza di qualificarsi clamorosamente agli ottavi. Merito del pareggio 2-2 tra Shakhtar Donetsk e Dinamo Zagabria. La classifica dice infatti City 9, ucraini e croati appaiati a 4 e la povera Dea ferma a 0. Se però Shakhtar e Dinamo dovessero nuovamente pareggiare nel prossimo turno, i nerazzurri potrebbero rientrare in corsa a patto però almeno di pareggiare contro la corazzata di Guardiola e battendo successivamente le altre due avversarie. Da non dimenticare che comunque il terzo posto consente la retrocessione in Europa League, competizione che non può non fare gola alla società di Percassi.

La consolazione è che comunque l’Atalanta sta facendo un ottimo campionato per eventualmente tornare il prossimo anno nella massima competizione europea. Per questo, nonostante le parecchie partite ravvicinate, i ragazzi di Gasperini non devono commettere passi falsi in Serie A. Archiviata così la batosta inglese, gli orobici sono già al lavoro per la sfida contro l’Udinese in programma domenica alle 15. Ancora out Zapata, scontato il ritorno dal 1′ di Muriel con uno tra Gomez, Ilicic e Malinovskyi che si accomoderà in panchina. Ballottaggio a 3 anche sulle corsie tra Hateboer, Castagne e Gosens mentre in difesa le scelte sono obbligate. Kjaer e Palomino infatti continuano a lavorare a parte e la loro convocazione è a forte rischio: davanti a Gollini giocheranno dunque Toloi, Djimsiti e Masiello.

Fonte foto: gazzetta.it

Francesco Carci

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.