Home News Atalanta d’Europa, mercoledì c’è il Psg

Atalanta d’Europa, mercoledì c’è il Psg

0

La Dea non vuole smettere di sognare e sfida i francesi in un quarto di finale da non perdere

L’attesa è finita, tra pochissime ore ci sarà lo start definitivo della Final Eight di Champions League, con il primo quarto di finale tra Atalanta e Psg mercoledì dalle 21 allo stadio Da Luz di Lisbona. Gli orobici vogliono continuare a sognare, dopo aver già scritto un pezzo importantissimo della propria storia nel mese di marzo, quando la Dea uscì vittoriosa nel doppio confronto contro gli spagnoli del Valencia (4-1 a San Siro, 3-4 al Mestalla). Sognare, appunto, non costa assolutamente niente e l’Atalanta ci ha dimostrato ormai che nulla è impossibile.

LE ULTIME DI GASP

Tutto pronto, infatti, in casa Atalanta per la trasferta di Lisbona, con la squadra che dovrebbe lasciare Bergamo proprio nel pomeriggio. Gasperini non avrà a disposizione due importanti interpreti della straordinaria cavalcata europea della Dea, ovvero Gollini, uscito anzitempo nell’ultima sfida di campionato contro l’Inter e l’ormai lungodegente Josip Ilicic. Per il portiere bolognese, è stata riscontrata una lesione al crociato posteriore, che lo dovrebbe tenere fuori dal campo per ben due mesi. Al suo posto, riecco Sportiello. Più enigmatica l’assenza della “Nonna”, fuori praticamente per tutto il mese di giugno e luglio a causa di gravi problemi personali. Malinowski avrà il compito di non farlo rimpiangere.

DUBBIO MBAPPE

Dall’altro lato, arriverà un avversario di grandissima caratura internazionale, come il Paris Saint Germain. Contro le folate di Neymar&Co ci vuole un’Atalanta in vero formato “Dea”. A meno di clamorosi scenari, il campione del mondo Mbappe non dovrebbe scendere in campo, dopo l’infortunio del 24 luglio in Coppa di Francia contro il Saint Etienne. Tuchel potrebbe però recuperarlo almeno per la panchina. In avanti, occhio a Icardi, che sarà affiancato da O’Ney e dallo spagnolo Sarabia. Fuori anche per infortunio Verratti, con Herrera pronto a sostituirlo.

Fonte foto: Repubblica

Sandro Caramazza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.