Home News Atalanta-Brescia 6-2, nerazzurri devastanti, Pasalic implacabile

Atalanta-Brescia 6-2, nerazzurri devastanti, Pasalic implacabile

0

Tutto facile per gli uomini di Gasperini che tramortiscono le Rondinelle senza pietà e si portano momentaneamente al secondo posto in solitaria, a meno sei dai bianconeri

Atalanta per insidiare il secondo posto occupato da Inter e Lazio e, perché no, mettere pressione alla Juventus. Brescia per ottenere preziosi punti salvezza e tenere vive le speranze di permanenza in Serie A.

Formazioni ufficiali:

Ampio turnover per Gasperini che nel tridente offensivo schiera Pasalic, Zapata e Malinovski. Chance dal primo minuto anche per Sportiello e Tameze al posto di Gollini e Freuler. Lopez tiene fuori i big Tonali e Balotelli e si affida al tandem d’attacco Torregrossa, Donnarumma.

Atalanta (3-4-1-2)
Sportiello; Sutalo, Caldara, Djimsiti; Castagne, de Roon, Tameze, Gosens; Pasalic, Malinovskyi; Zapata.

All.Gasperini

Brescia (4-3-1-2)
Andrenacci; Mangraviti, Chancellor, Mateju, Semprini; Bjarnason, Dessena, Viviani; Spalek; Torregrossa, Donnarumma.

All.Lopez

Il film della partita – Le impressioni della vigilia vengono confermate dal campo, il primo tempo è un autentico massacro per il Brescia. Pensare che all’immediato vantaggio di Pasalic al 2′, aveva risposto all’8′ Torregrossa, sfruttando al meglio un errore grossolano di Caldara in disimpegno. Poi la difesa delle Rondinelle si scioglie come neve al sole. Il sorpasso è firmato da de Roon al 25′ che infila Andrenacci sulla destra. Nemmeno il tempo di esultare ed ecco altre due reti bergamasche in rapida successione. Protagonista del 3 a 1 al 28′ è Malinovski, che dimostra ancora una volta di possedere un tiro micidiale. Il 4 a 1 si materializza grazie al colpo di testa di Zapata su cross del solito Gosens. Per fortuna della compagine di Lopez l’Atalanta si ferma e si accontenta di andare al riposo con il triplo vantaggio.

Se qualcuno pensava che nella seconda frazione i bergamaschi si sarebbero limitati a gestire il risultato deve ricredersi. Mattatore della serata è Pasalic che porta lo score sul 5 a 1 al 55′ e tre minuti dopo si ripete, assicurandosi il pallone da portare a casa a fine match. Si gioca ad una sola porta, il Brescia è completamente in bambola, l’Atalanta non sembra volersi fermare, continua a correre come se il risultato fosse ancora in bilico. All’83’ Spalek ha il merito di mitigare il passivo, siglando il secondo goal delle Rondinelle.

Atalanta devastante, in una condizione fisica incredibile. Cresce il rammarico per il pareggio in casa della Juventus, chissà cosa sarebbe potuto succedere se non fossero stati concessi entrambi i rigori alla Vecchia Signora. Intanto gli uomini di Gasperini si portano a meno sei dalla capolista, ma i bianconeri devono ancora giocare. Brescia vittima sacrificale, la Serie B è ad un passo, ma era difficile preventivare di fare punti oggi, in casa della squadra più in forma d’Europa.

Foto: Tuttomercatoweb.com

Marco Fabio Ceccatelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.