Home News Arsenal, quest’estate è previsto un esodo di massa

Arsenal, quest’estate è previsto un esodo di massa

1

In casa biancorossa si susseguono gli addii: la lista dei partenti potrebbe presto crescere…

Cercate una parola che riassuma cosa sta accadendo all’Arsenal? Non affannatevi, ve la forniamo noi: “esodo“. 

La debacle patita nella finale di Europa League e il quinto posto ottenuto in campionato precludono (salvo clamorosi ribaltoni derivanti dalla sentenza che pende sul Manchester City) la possibilità di partecipare alla prossima Champions League.  

Diminuisce il prestigio e la visibilità ergo crollano vertiginosamente gli introiti.  

Il proprietario del club, lo statunitense Stanley Kroenke, 167esimo uomo più ricco del mondo con un patrimonio di 8,7 miliardi di dollari, in questa sessione estiva di mercato non è inoltre intenzionato a supportare esborsi faraonici.  

Emery è già stato avvertito: il budget non supererà i 45 mln. di sterline

Si potrebbe quindi credere che la rosa 2019/20 non subirà grandi cambiamenti…niente di più sbagliato. Dalle parti di Highbury House è prevista una rivoluzione

La partenza a parametro zero di Ramsey (destinazione Torino bianconera) e il ritiro di Cech (nuovo direttore sportivo del Chelsea) erano due addii ormai certi, ma non gli unici. Venerdì la società ha comunicato che LichtsteinerWelbeck e i semi sconosciuti (ai più) Bramall, Gilmour e Plueguezuelo il prossimo anno non vestiranno la casacca biancorossa dal momento che non si è trovato un compromesso per prolungare il loro contratto (in scadenza il prossimo 30 giugno).  

Perdere giocatori a parametro zero è diventata una spiacevole consuetudine per l’Arsenal: ai casi del presente si aggiungono quelli del passato (Sanchez e Wilshere) e potrebbero sommarsi quelli del futuro. Koscielny va in scadenza nel 2020, Aubameyang, Ozil, Sokratis, Mustafi e Mkhitaryan nel 2021: tutti aspettano la data di conclusione del rapporto fissata nei rispettivi accordi e non sono intenzionati a estendere la loro permanenza.

Vinai Venkatesham, nuovo amministratore delegato dopo l’addio di Gazidis, ha sottolineato la necessità di un’inversione di tendenza: meglio (s)vendere i giocatori al miglior offerente piuttosto che perderli senza ricavare niente.  

Le prossime settimane saranno fondamentali: in caso di partenza di questo folto elenco di scontenti, il budget dei gunners potrebbe crescere vertiginosamente e a quel punto all’esodo seguirebbe una rifondazione faraonica.  

L’estate si preannuncia “hot”

Paolo A.G. Pinna

Fonte foto: Calciomercatoweb

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.