Home News A Gamba Tesa | Arturo Vidal: facce cattive per un’Inter da battaglie...

A Gamba Tesa | Arturo Vidal: facce cattive per un’Inter da battaglie istantanee

0

L’acquisto oramai (quasi) ufficializzato del cileno da parte dei nerazzurri cambia la percezione verso la squadra di Conte, che si prepara alla stagione dell’assalto alla Juventus con più certezze e meno equivoci tattici…


NUMERI DA “TOP” – Le statistiche riferite all’esperienza italiana di Arturo Vidal parlano da sole: 48 gol e 25 assist in 171 partite in bianconero descrivono solo in parte il dominio fisico e mentale che la squadra – prima di Conte e poi di Allegri – riusciva a esprimere con continuità in Serie A, Coppa Italia e Champions League.
Il cileno era stato acquistato per una cifra attorno ai 13 milioni dal Bayer Leverkusen: in Bundesliga Arturo si era messo in evidenza classificandosi per due stagioni consecutive come il miglior rubapalloni della lega.
Gli anni sono passati e Vidal ha diminuito chilometraggio sul rettangolo verde ed efficienza in zona gol, pur risultando spesso decisivo nell’economia generale delle annate vissute all’Allianz Arena (Bayern Monaco) e al Camp Nou (Barcellona).


NO AL BALLO DEI DEBUTTANTIGiocare a San Siro è difficile, farlo in uno stadio vuoto per alcuni giocatori con carenze di personalità potrà essere un vantaggio. Per evitare di dover vivere questa “teoria del doppio”, Antonio Conte e l’Inter hanno deciso di puntare su una serie di soldati avvezzi alle battaglie importanti. Vidal, al pari dei rientranti Perisic e Nainggolan e del nuovo acquisto Kolarov, sono giocatori abituati da tutta la carriera a calcare palcoscenici importanti.
ll fattore “cattiveria”, che tante volte è stato deficitario nell’interminabile lista di rimonte subìte durante l’anno dai nerazzurri, quest’anno verrà foraggiato da interpreti dal “volto cattivo”.

CLICCA QUI PER TUTTI GLI EPISODI DI “A GAMBA TESA”


MERCATO FLUIDO – Per quanto riguarda il resto del calciomercato nerazzurro, molto verrà decretato dalle operazioni in uscita. Con il riscatto di Sensi, la seconda chance da dare ad Eriksen, l’inamovibile Barella e Nainggolan/Vidal sopracitati, Brozovic potrebbe essere indiziato a partire per regalare preziosi fondi per il puntellamento della rosa in entrata.
Lautaro Martinez e i suoi agenti hanno confermato fiducia nel progetto con la promessa di ricevere un rinnovo con raddoppio dello stipendio.
Skriniar, inizialmente sul piede di partenza ha visto salire le sue quotazioni con l’accostamento di Godin al Cagliari.
Borsino fasce laterali: a destra ci sono Hakimi e Candreva (con l’intramontabile D’Ambrosio pronto a fare da jolly); a sinistra Young e Kolarov (ottimo anche da terzo in difesa da mancino) aspettano probabilmente un altro concorrente.

Il Gruppo Suning, indeciso se imboccare la strada dell’instant team in maniera decisa o se puntare su prospetti dalla sicura crescita calcistica, ha provato ad allestire un ibrido che potesse vivere un presente onorevole sognando un futuro dorato.

Una “doppia via mediana” che in tempi di crisi economico-calcistica post Covid-19 è privilegio per pochissimi

Fonti foto: Inter-News | Juve-News.eu | CorrieredelloSport | PassioneInter.com

Alessandro Sticozzi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.