Home News 9 gennaio 1900 – 9 gennaio 2020: tanti auguri LAZIO

9 gennaio 1900 – 9 gennaio 2020: tanti auguri LAZIO

0

Si festeggiano le 120 candeline di una delle società più antiche d’Italia e della polisportiva più grande d’Europa

Era il 9 gennaio 1900 quando, nel quartiere Prati e precisamente in piazza della Libertà, il sottoufficiale dei Bersaglieri Luigi Bigiarelli insieme ad altri 14 amici fondò la Società Podistica Lazio ispirandosi ai valori morali ed etici dello sport; per colore scelse il bianco e celeste in onore della Grecia quale patria delle Olimpiadi e dello sport e come emblema l’Aquila in ricordo delle origini di Roma e delle Legioni dell’Impero.

E dopo 120 anni, la Società Podistica Lazio è diventata la più grande società polisportiva d’Europa contando ben 53 sezioni sportive e 19 attività associate oltre 10.000 atleti e oltre 800 tra allenatori e dirigenti, anche se la più nota è quella del calcio che ha cominciato a muovere i primi calci nel 1901, affiliandosi alla FIF (l’antesignana della FIGC) nel 1910. La storia della Lazio è entrata ben presto nella cultura di massa coinvolgendo personaggi di spicco di Roma e non solo che spaziano dal Cinema e della Musica, come per esempio Elena Fabrizi (in arte Sora Lella), Enrico Montesano, Renato Zero, Paola Turci, Enrico Brignano, Raoul Bova, Marco Mengoni, Francesco Pannofino oppure nel mondo della Scienza come il virologo Burioni o altri sportivi come Andrea Bargnani o Rey Misterio, oltre a personaggi di spicco del giornalismo italiano come Clemente Mimun, Ilaria d’Amico, Riccardo Cucchi e Giampiero Galeazzi.

La storia della Lazio si è incentrata sul coinvolgimento e l’appartenenza alla maglia e ad i colori, definendo Lazialità, quel filo di collegamento tra il tifoso e la società nelle sue molteplici attività e forme.
Durante questi 120 anni, ci sono state tappe importanti per la Lazio ed i suoi tifosi, sia in campo che fuori, come per esempio quando, nel 1927 la Lazio, grazie al decisivo intervento del Generale Giorgio Vaccaro, fu l’unica società capitolina a resistere alla volontà del regime fascista di riunire tutte le squadre di Roma in un unico club, quello che sarebbe poi diventato l’AS Roma; oppure nel 1999 quando l’allora Lazio dei record di Cragnotti-Eriksson portò definitivamente la Coppa delle Coppe a Roma nell’ultima edizione vincendo in quel periodo 7 trofei in 3 anni, tra cui lo scudetto del 2000 con una delle rose più competitive d’Europa; o ancora quel famoso 26 maggio del 2013 quando dopo una bellissima finale contro gli acerrimi avversari della Roma, alzò la Coppa Italia in un derby che rimarrà impresso nella storia e nella mente di ogni tifoso biancoceleste. E ancora come non ricordare l’ormai famoso campionato 1915 quando a causa della guerra, lo scudetto fu assegnato al Genoa nonostante la Lazio fosse la prima in classifica nel girone del Centro-Italia; senza dimenticare l’anno storico del 1974 dove l’armata Maestrelli vinse il primo campionato con gente del calibro di Wilson, Pulici, Chinaglia, Re Cecconi e D’Amico regalando ai tifosi la gioia del primo tricolore; o ancora, la storica ed indelebile cavalcata dei “-9” di Mister Fascetti ed il gol storico di Giuliano Fiorini il 21 giugno 1987 che salvò la Lazio dal dimenticatoio.

Ma nella grande famiglia Lazio, hanno vestito la casacca biancoceleste, grandi personalità del mondo dello sport; a cominciare da Silvio Piola che detiene ancora oggi il record di gol realizzati in serie A, oppure al grande Campionissimo Fausto Coppi che vestì la casacca della Lazio Ciclismo, oppure Giulio Glorioso nel Baseball e Abdul Jeelani nel Basket, senza dimenticarci di Carlo Pedersoli nel nuoto, noto come Bud Spencer e compagno di infanzia nei film della nostra gioventù.

120 anni di attività, tra alti e bassi sono davvero tanti, e altrettanti successi sono arrivati nelle bacheche di Roma, soprattutto nella sezione calcio; non ultima, la conquista della quinta Supercoppa Italiana sotto il cielo arabo contro la favorita Juventus.

Come ogni anno la tradizione continua e migliaia di tifosi si incontrano allo scoccare della mezzanotte in piazza della Libertà per augurare alla Lazio i migliori auguri per ulteriori successi sia nel calcio, sia nelle varie sezioni della polisportiva; quest’anno anche Poste Italiane immortalerà l’evento con un francobollo ed un annullo speciale.

Non basterebbero poche righe per raccontare più di un secolo di una società gloriosa come la S.S. Lazio, per questo non ci resta che unirci a tutti i tifosi, agli sportivi e agli amanti di questo sport e fare gli auguri per le 120 candeline da spegnere ad una delle società calcistiche più antiche e appassionanti d’Italia con l’augurio di altri ulteriori successi.

TANTI AUGURI SOCIETA’ SPORTIVA LAZIO

Foto: laziochannel.it

Gabriele D’Acuti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.