Home Editoriali Serie A: cuore Lecce e ora il Genoa rischia la retrocessione

Serie A: cuore Lecce e ora il Genoa rischia la retrocessione

0

I salentini con una prova di carattere espugnano Udine e mettono pressione al grifone surclassato dal Sassuolo; la Roma si qualifica in Europa League

Sarà una volata per la salvezza tutta da gustare domenica sera. Entrambe le squadre coinvolte, il Genoa e il Lecce, ospiteranno due compagini che non hanno più obiettivi, rispettivamente Verona e Parma, ma in questo finale ogni squadra sta onorando al meglio il campionato. I salentini hanno superato l’Udinese in trasferta rimontando il gol di svantaggio e sfornando una prova di cuore e carattere, di contro i rossoblu sono inceppati in un ‘cappotto’ rifilato dal Sassuolo, 5-0, per nulla incoraggiante sotto l’aspetto psicologico. Il grifone ha un punto di vantaggio sul Lecce e in caso di arrivo a pari punti ha gli scontri diretti a proprio favore.

Mister Liverani ha portato il Lecce dalla C alla A, e in caso di salvezza diventerebbe il primo allenatore a realizzare un percorso del genere nella storia giallorossa.

Vedremo anche come si comporterà l’allenatore del Verona Juric, oltre 100 presenze con la maglia del Genoa, e tre esperienze, a dir poco tormentate, sulla panchina del club ligure. Inoltre c’è anche una curiosità: Veloso, perno del centrocampo dell’Hellas ed ex giocatore genoano, è il marito della figlia del patron del Genoa Preziosi. Paola, la figliola del presidente rossoblu, e Miguel Veloso hanno anche un bimbo, scanso equivoci forse sarebbe opportuno non schierare il centrocampista portoghese.

La Roma passa a Torino sponda granata, 2-3, e si aggiudica la qualificazione ai gironi di Europa League nella prossima stagione.

L’uno a quattro del Milan sul campo della Sampdoria pertanto non è servito ai rossoneri ad evitare i preliminari di Europa League.

La Juve fresca vincitrice dello scudetto scivola a Cagliari, 2-0, arrivando a 6 sconfitte in questo torneo.

Atalanta-Inter sarà una sfida che potrà valere il secondo posto, traguardo mai raggiunto per i nerazzurri di Bergamo. Inolte gli uomini di Gasperini hanno anche un altro obiettivo: raggiungere le 100 reti in A in una sola stagione, non accade nella massima serie dal 1951, bastano due gol.

A proposito di gol, l’attaccante della Lazio Immobile con la rete siglata contro il Brescia nel 2-0 finale si porta a 35 gol, a +4 su CR7 nella corsa al titolo di cannoniere e alla Scarpa d’oro (Ciro ha superato in vetta Lewandowski, 35 reti e Bundesliga terminata), e a -1 dal record di realizzazioni in A ottenuto nel 2016 da Higuain. Ciro Immobile proverà a superare questo record proprio contro il Napoli, squadra nella quale aveva conquistato questo primato l’attaccante argentino, rinominato ‘Giudain’ dai tifosi partenopei i quali forse non saranno proprio dispiaciuti se Ciro dovesse gonfiare la rete due volte. Da segnalare che Higuain aveva segnato 36 gol di cui 3 su rigore, Ciro invece ha realizzato 14 rigori (record assoluto) sui 35 gol totali.

Tripletta del viola Chiesa nel 4-0 della Fiorentina sul Bologna.

Fonte foto: IlPalloneGonfiato.com

Stefano Rizzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.