Home News Sprofondo biancorosso

Sprofondo biancorosso

0
CONDIVIDI

La formazione monegasca ha l’obbligo di raddrizzare una stagione fin qui disastrosa, eliminata dalle competizioni europee e al penultimo posto in Ligue 1

Sembra passata un’eternità, eppure soltanto 19 mesi fa il Monaco si laureava Campione di Francia (ottavo titolo per loro) dopo aver disputato una semifinale di Champions (sconfitto dalla Juve); oggi la squadra del Principato non è neanche la lontana parente di quella ammirata due stagioni fa, gli 11 di Titì Henry, subentrato a Jardim a causa del pessimo avvio di stagione, sono stati estromessi anzitempo dalle manifestazioni continentali, ultimi nel loro girone di Champions, e navigano in acque torbidissime in campionato, penultimi a pari merito con Caen e Amiens. Unico barlume di speranza è dato dal fatto che proprio gli scontri in casa di queste ultime hanno portato 6 dei 13 punti finora raccolti dai biancorossi che ad oggi sarebbero quindi salvi per la classifica avulsa; ragionamenti a dir poco paradossali analizzando la rosa a disposizione dell’ex attaccante del Barcellona, che può contare su nomi di tutto rispetto, a partire dal capitano Radamel Falcao, passando per i vari Tielemans, Jovetic, Bennasser, Golovin, Glik fino al giovane Pellegri, prelevato lo scorso inverno dal Genoa.

In linea con la filosofia del club, in estate hanno salutato il Principato due giocatori importanti delle passate stagioni, Lemar direzione Madrid sponda Atletico, e Fabinho direzione Liverpool, ma la campagna acquisti effettuata sembrava poter garantire a mani basse un piazzamento in zona Champions in Ligue 1 ed il passaggio del turno, o quantomeno competere per andare agli ottavi, in questa edizione della massima competizione continentale. Eppure in campionato la squadra ha perso 9 partite su 16, senza mai centrare la vittoria al Luis II, ed in Champions è estromessa anche dalla terza posizione, valevole per la “retrocessione” in Europa League, travolta 0-4 nell’ultima uscita dal Club Brugge.

I tre impegni previsti in Ligue 1 prima di fine anno sono scesi a due per del rinvio, causa la protesta dei “Gilet gialli”, del derby contro il Nizza di Balotelli in programma per questo turno; i monegaschi se la vedranno quindi con Lione in trasferta e Guingamp in casa, se contro i primi un pareggio sarebbe visto come oro, contro i secondi la vittoria è un obbligo, occupando proprio loro l’ultima posizione in classifica. Il mese di dicembre è poi completato dal match, senza alcuna valenza, contro in Dortmund per l’ultima giornata di Champions, e dall’ottavo di finale contro l’abbordabile Lorient.

(fonte foto: calcio.com)

Simone Pinto

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.