Home News Roma corsara a Mosca: col Cska vince 1-2. Analisi e pagelle

Roma corsara a Mosca: col Cska vince 1-2. Analisi e pagelle

0
CONDIVIDI
Foto Luciano Rossi/AS Roma/ LaPresse 07/11/2018 Mosca (Russia) Sport Calcio CSKA Mosca - AS Roma Uefa Champions League 2018 2019 - Stadio Luzhniki di Mosca Nella foto: Konstantinos Manolas esulta Photo Luciano Rossi/AS Roma/ LaPresse 07/11/2018 Mosca (IRussia) Sport Soccer CSKA Mosca - AS Roma Uefa Champions League 2018 2019 - Luzhniki Stadium of Mosca (Russia) In the pic: Konstantinos Manolas celebrates

Terza vittoria di fila in Champions League per i giallorossi, che sbancano Mosca

La Roma riparte all’assalto dell’Europa, a difesa del primo posto nel girone G. I giallorossi, in casa del Cska, vogliono confermare il loro trend di coppa, con l’obiettivo di ipotecare la qualificazione con due turni di anticipo.

Tante sorprese nell’undici iniziale. Attacco inedito con Kluivert e Florenzi larghi a supporto di Dzeko. Le altre novità riguadagno Cristante in mediana e Santon sulla destra. I giallorossi non impiegano molto ad indirizzare la gara, e dopo 4 minuti Manolas la sblocca, deviando di testa un corner di Pellegrini e approfittando di un Akinfeev non irreprensibile. Il vantaggio, però, ha effetti soporiferi per i capitolini, che concedono campo ai russi, ai quali viene affidata licenza di creare gioco. La squadra di Di Francesco si trova meglio riconquistando il pallone alto e ripartendo, come quando alla mezz’ora Florenzi, messo in porta da Kluivert, inciampa a tu per tu con il portiere. I padroni di casa riescono comunque a rendersi pericolosi nella metà campo avversaria, e prima del duplice fischio sfiorano il pareggio con Schennikov, che di testa spara alto da buona posizione dopo un rimpallo in area di rigore. Si arriva così alla ripresa, che comincia con una chance per la Roma, ma Dzeko si fa murare all’interno dell’area al momento della conclusione. I russi, però, sono in partita, e trovano il pareggio al 50′: Akhmedov parte dalla destra e si accentra, servendo in area Sigurdsson, che stoppa e batte Olsen, eludendo l’intervento di Santon. Ma la beffa è dietro l’angolo per i padroni di casa, perchè Magnuson stende Kluivert diretto verso la porta e si vede sventolare il secondo giallo. E poco dopo la Roma ne approfitta, con Pellegrini che si ritrova un pallone sui piedi mal giocato da Cristante e in diagonale batte ancora Akinfeev. Gli spazi ora sono più ampi per la squadra di Di Francesco, che colleziona occasioni. Il CSKA ci prova con lampi improvvisi, ma non basta. Alla fine vincono i giallorossi.

Una vittoria determinante innanzitutto per la classifica. In attesa del Real, la Roma conferma il primo posto, salendo a quota 9 punti. Manca la matematica, ma i giallorossi sono con un piede e mezzo agli ottavi. Brava e fortunata la squadra di DI Francesco a sbloccare subito la gara, meno nel gestirla, dimostrando le solite lacune dal punto di vista del gioco, spesso macchinoso e poco fluido, soprattutto quando deve partire dal basso. Di buono c’è il fatto che la squadra ha saputo reagire immediatamente all’1 a 1. Sicuramente una Roma diversa da quella di campionato, con meno timori addosso, più libera, seppur non ancora perfetta. Intanto DiFra si gode una vittoria forse decisiva.

LE DICHIARAZIONI DI DI FRANCESCO

“Il risultato è importante, potevamo fare molto meglio nella gestione e nella ricerca del terzo gol, non mi piace che si rischia di prendere gol sulle palle buttate, dobbiamo cercare di più la verticalitá e non voglio che si scherzi troppo. Stiamo crescendo, Bryan ha fatto più fatica all’inizio ma ora è stato molto bravo a entrare nei meccanismi, a volte ci facciamo sorprendere troppo alle spalle dei due mediani e questo dobbiamo migliorarlo, loro hanno qualità nell’andare a prendere palla tra le linee e oggi dovevamo essere più bravi a recuperare queste palle. Vedo che c’è una crescita ma voglio che non si scherzi troppo e che andiamo a fare gol e chiudere le partite.”

LE PAGELLE DELLA ROMA

Olsen 6: Sempre attento lo svedese. Puo’ poco sul gol russo.

Santon 5,5: Distratto in occasione del pareggio del CSKA. Gara tutto sommato buona ma con qualche sbavatura.

Manolas 7: Ha il merito di mettere subito in discesa il match. Raramente in difficoltà in fase difensiva

Fazio 6,5: Nonostante la velocità dell’attacco avversario, non se la cava male.

Kolarov 6,5: Sbaglia qualcosa in fase di impostazione, preferendo spesso il lancio lungo. Determinate, però, in occasione del raddoppio, con l’assist che ha portato alla conclusione di Cristante, poi tramutata in gol da Pellegrini.

Nzonzi 6: Solita prestazione di contenimento. Molto utile.

Cristante 6: Parte in modo timido, prediligendo sempre la giocata più semplice. Meglio nella ripresa, un cui entra nel gol dell’1-2.

Florenzi 6: Sciupa una chance clamorosa nel primo tempo, in cui non si vede molto. Più vivo nel secondo. Jesus SV

Pellegrini 7: Sulla trequarti è sempre il più insidioso per gli avversari, con la sua qualità e con gli inserimenti. Segna un gol di vitale importanza, confermandosi sempre più determinante. Zaniolo 6: Entra e porta quella dose di personalità già vista a Firenze.

Kluivert 6,5: Ottima gara la sua. Sempre frizzante e pronto a servire assist ai compagni. Quando serve si sacrifica anche in fase di non possesso. Ancora acerbo in certe giocate, ma queste gare possono soltanto che migliorarlo. Under 6: Si vede poco.

Dzeko 5,5: Lo stacanovista Edin Dzeko. Lui non riposa mai, e forse ne risente. Preziosissimo per la squadra, ma poco lucido sotto porta.

Di Francesco 6,5: Contava solo vincere e confermare il primo posto. Buona la reazione dopo il pareggio russo, ma dal punto di vista del gioco siamo ancora lontani.

Federico Leoni

fonte foto: forzaroma.info

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.