Home Interviste in Esclusiva Poker giallorosso per Genova…il calcio che fa bene

Poker giallorosso per Genova…il calcio che fa bene

0
CONDIVIDI

Passione del calcio era presente alla serata di beneficenza ‘Boni pe Zena’ (buoni per Genova). Abbiamo rivolto tre domande ai quattro protagonisti dell’evento: Loris Boni, Guglielmo Bacci, Gabriele Marconi, Marco Capretti

Ieri l’Associazione Italiana Roma Club ha organizzato un evento in beneficenza a sostegno della causa del ponte Morandi di Genova. L’ex giocatore giallorosso Loris Boni ha consegnato personalmente la maglia con il suo volto disegnato da Stefano Arciero. Verrà donato l’intero ricavato relativo alle vendita di questa maglietta e parte della cena. La serata si è svolta al Mansio Bistrot del Tornatora Group in via Rinaldo D’Ami 1 zona Mezzocammino Roma.

 

 

 

 

Loris Boni, ex centrocampista tra gli anni ’70 e ’80 della Sampdoria e della Roma

Soddisfatto dell’evento?

La serata è stata piacevole perchè è venuta tanta gente.

Che derby si aspetta?

Domani è una giornata molto importante per la Roma e il momento non è facile. Mi auguro il meglio possibile. Bisogna dare continuità alla vittoria contro il Frosinone.

Il ricordo più bello in giallorosso?

Il mio arrivo a Roma e il gol contro l’ Osters in Coppa Uefa. La mia carriera poteva decollare ma purtroppo l’infortunio ha inciso negativamente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Guglielmo Bacci, ex centrocampista tra gli anni ’70 e ’80 della Roma e dell’Udinese

Soddisfatto dell’evento?

Bellissima serata in cui ho avuto la possibilità di incontrare Loris. E’ sempre piacevole ricordare alcuni momenti della mia carriera in compagnia dei tifosi giallorossi.

Che derby si aspetta?

Purtroppo vedo favorita la Lazio, ovviamente mi auguro di sbagliarmi.

Il ricordo più bello in giallorosso?

Senza ombra di dubbio il gol che feci a San Siro contro l’Inter. Fu bellissimo e mi fece sbloccare.

Il comico, imitatore e attore Gabriele Marconi

Considerazioni su questa serata-evento?

Dire bella è poco. Una cena buonissima che ci ha avvicinato ancora di più a Genova. Noi romanisti siamo molto legati a Boni e al periodo degli anni ’70. Ho rivissuto quell’atmosfera. E’ stato tutto perfetto. Una serata completa: solidarietà, buon cibo, bel locale che non conoscevo, aneddoti, io sul palco a divertire e divertirmi. La cosa più importante è comunque la finalità. Si spera sia la cifra più alta possibile, ma già esserci è importante.

Pronostico sul derby imminente?

Vorrei evitarlo. E’ un momento difficile ma la partita col Frosinone mi ha reso più fiducioso. Un pareggio me lo prenderei volentieri. Magari al ritorno vinciamo in casa della Lazio. Al momento non siamo in forma e non dobbiamo perdere.

Prossimi impegni?

Sarò al Teatro delle Muse dal 10 al 21 ottobre con uno spettacolo divertente in “Chi la fa…la spettini”. In scena Angela Melillo e un cast eccezionale. Siamo in 10 sul palco. Interpreto un parrucchiere, un personaggio che fa il doppio gioco, si finge gay per poter lavorare. Invito chi mi conosce come imitatore a venirmi a vedere nei panni di attore.

 

 

 

 

 

 

 

 

Il comico Marco Capretti

Considerazioni su questa serata-evento?

Ci tenevo tantissimo ad esserci. Sono arrivato tardi per motivi lavorativi precedenti. Se con il mio lavoro riesco a contribuire a una buona causa sono contento. La finalità è lodevole.

 

 

 

Pronostico sul derby imminente?

Sono estremamente romanista ed essendo scaramantico non do pronostici. Abbiamo venduto tutti i senatori. Sono in disaccordo con le linee societarie. E’ stato un errore mandare via gli uomini chiave della squadra, che era collaudata. Il periodo è critico. Vorrei l’impegno di Santon e Under sulla fascia destra visto nell’ultima gara col Frosinone. I derby si vincono con la voglia, i nervi, la grinta, più che con la classe. La Lazio ci mette la cattiveria, soprattutto nelle stracittadine. Come diceva Garcia “i derby non vanno giocati, vanno vinti”.

Prossimi impegni?

Sto girando “SCQR”, ovvero “Sono Comici Questi Romani”, in qualità di conduttore. E’ una trasmissione con Roberto Galliani che va in onda su Gold Tv.

 

 

 

 

Il direttore di passione del calcio Erika Eramo è con Alessandro Conforti Presidente dell’associazione la ‘Lupa giallorossa’

 

Fonti foto: Genovapost.com, Sardegnasport.com, saciprojectoneminutesite.it e groupon.com

Erika Eramo e Stefano Rizzo

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.