Home News Lazio coraggiosa e fortunata: vittoria per 2-1 allo Stadium contro la Juventus

Lazio coraggiosa e fortunata: vittoria per 2-1 allo Stadium contro la Juventus

0
CONDIVIDI

La doppietta di Immobile e la super parata di Strakosha sul rigore di Dybala a tempo scaduto regalano un successo memorabile ai biancocelesti

Impresa epica per la Lazio di Simone Inzaghi, che al termine di un match dalle mille emozioni espugna l’Allianz Stadium per la prima volta nella sua storia e torna a vincere nella Torino bianconera dopo 15 anni.

Il 2-1 finale in favore dei capitolini è il giusto premio ad una prestazione sontuosa e spavalda, condita da quel pizzico di fortuna che ci vuole in serate del genere. Per la Juventus si tratta invece di una sconfitta preoccupante dopo il pari di Bergamo, la prima stagionale tra le mura amiche.

La prima frazione però lasciava presagire a tutt’altro, con i bianconeri in vantaggio grazie al primo centro in Serie A di Douglas Costa e vicini al raddoppio in un paio di circostanze, di cui una su clamorosa ingenuità di Strakosha.

Nel secondo tempo alla Lazio vengono i dieci minuti con Immobile che prima sigla il pareggio al termine di una bella azione orchestrata da Luis Alberto e Milinkovic e successivamente si procura e trasforma il rigore del 2-1 gelando lo Stadium.

L’aquila si galvanizza e non soffre più di tanto il ritorno dei campioni d’Italia, ma a pochi minuti dal termine succede di tutto: Dybala colpisce un palo clamoroso con un bel sinistro da fuori, poi il finale thrilling con Mazzoleni che concede il rigore alla Juventus dopo aver consultato la Var (fallo di Patric su Bernardeschi).

Dybala si fa ipnotizzare da Strakosha e fa esplodere di gioia il settore ospiti. La festa si protrae anche dopo il triplice fischio, tra la delusione del pubblico juventino.

Mister Inzaghi dopo aver esternato tutta la sua gioia sul campo, lo ha fatto anche davanti ai microfoni, ma sempre sottolineando i meriti del gruppo:”Siamo stati bravissimi. I ragazzi meritavano questa vittoria vista la prova di grande personalità. Vincere in questo stadio è qualcosa di particolare, devo ringraziare i ragazzi per la dedizione che ci mettono. Strakosha? In settimana lo avevo stuzzicato sui rigori, stasera mi ha piacevolmente smentito”.

Adesso l’obiettivo è quello di non “montarsi la testa”, questa fantastica affermazione deve essere uno stimolo a migliorare ancora, per provare a sognare qualcosa di realmente ambizioso.

Pagelle Lazio:

Strakosha 8: Da possibile artefice della disfatta ad eroe della spedizione torinese. Il rigore parato a Dybala al fotofinish vale più di tre punti.

Bastos 7,5: Praticamente insuperabile. Quando può si concede anche qualche numero.

De Vrij 7: Impeccabile nelle chiusure e intelligente nelle impostazioni. Vince il confronto con Higuain, anche se qualche volta se lo lascia scappare.

Radu 7,5: Sempre sul pezzo il romeno. Limita parecchi danni e alla fine in preda all’euforia si getta tra i tifosi.

Marusic 7: Una furia sulla fascia, soprattutto nella ripresa.

Parolo 6,5: Si fa notare soprattutto in fase di contrasto e di recupero della palla. La sua presenza è come al solito indispensabile.

Lucas Leiva 7,5: È in ogni zona del campo. Il suo carisma e la sua personalità sono state determinanti ai fini del risultato. Ormai la Lazio ha trovato un nuovo Lucas…

Milnkovic Savic 7,5: Strapotere fisico e qualità assoluta. In occasione del calcio di rigore lancia Immobile con estrema precisione.

Lulic 6,5: Non bene nel primo tempo, migliora nella ripresa soprattutto per la grande abnegazione difensiva.

Luis Alberto 7,5: Altra prestazione sublime per lo spagnolo, che confeziona un assist al bacio per Immobile.

Immobile 8,5: Una doppietta pesante dal sapore di impresa. Grazie ai suoi goal l’aquila torna ad espugnare Torino dopo 15 anni.

Dal 71′ Nani 6: Entra bene in partita e aiuta la squadra a mantenere la palla.

Dal 75′ Caicedo 5,5: Spreca una ghiotta occasione per chiudere anticipatamente il match.

Dall’83 Patric 5: Var o non var , rigore o non rigore, non si può entrare in quel modo. Per sua fortuna Strakosha lo salva.

Inzaghi 8: Un vero e proprio capolavoro del tecnico di Piacenza. Ha preparato la partita in maniera impeccabile, ma soprattutto ha trasmesso ai suoi calciatori quello spirito per andare oltre l’ostacolo. Il vero top player di questa Lazio è lui.

Antonio Pilato

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here