Home News La Lazio ci prova, la Roma ribatte: il derby capitolino finisce 0-0....

La Lazio ci prova, la Roma ribatte: il derby capitolino finisce 0-0. Analisi e pagelle

0
CONDIVIDI

I biancocelesti fanno la partita, ma la i giallorossi hanno le migliori occasioni. Nel finale espulso Radu

La vittoria non è arrivata, ma la reazione dopo la debacle di Salisburgo si. La Lazio ha combattuto e anche sofferto nel derby contro la Roma, finito con un pareggio tutto sommato giusto (0-0).

Gli uomini di Simone Inzaghi hanno provato a fare la partita per larghi tratti costringendo la lupa a difendersi e a ripartire in contropiede. L’occasione migliore della prima frazione è però romanista e solo il palo salva Strakosha sulla conclusione di Bruno Peres.

Nella ripresa la Lazio parte e crea due ottime palle goal con Immobile e Luis Alberto. Dal canto suo la Roma prova a ribattere e aumenta il ritmo dopo l’espulsione di Radu per doppia ammonizione a dieci minuti dalla termine.

Il finale regala diverse tantissime emozioni: prima Marusic (tiro deviato fuori di un soffio) e poi Dzeko due volte (parata di Strakosha e traversa) provano a cambiare la storia del derby capitolino, ma al triplice fischio del signor Mazzoleni è 0-0.

Un risultato equo visto l’impegno profuso da entrambe le formazioni, reduci tra l’altro dagli impegni europei. La corsa alla prossima Champions League rimane apertissima  e se il calendario sorride a De Rossi e compagni, l’aquila ha dalla sua il vantaggio di dover pensare solo campionato. Ovviamente bisognerà fare i conti anche con l’Inter, appena un punto dietro alle le due romane.

Mister Inzaghi ha naturalmente apprezzato la prestazione della sua squadra, soprattutto dopo l’inferiorità numerica: “Abbiamo fatto un’ottima partita, di cuore, di sacrificio, di unione. L’avevo chiesto ai ragazzi dopo giovedì. La macchia in Europa c’è, ma non cancella nulla. Siamo stati bravi stasera, tranne in quell’imbucata di Bruno Peres. Vedere la squadra in dieci andare a cercare il gol vittoria, a 48 ore dal rientro dall’Austria, mi ha reso felice”. 

Pagelle Lazio

Strakosha 7: Un solo intervento, ma assolutamente decisivo. Il suo colpo di reni sul colpo di testa di Dzeko salva il risultato nel finale.

Luiz Felipe 6,5: In una serata così importante, ha risposto presente. Regge bene nel confronto con Dzeko, dimostrando grande affidabilità.

De Vrij 6,5: Torna a comandare la difesa nel migliore dei modi dopo i disastri di Salisburgo. Sempre puntuale negli interventi, in particolare sulle palle alte.

Radu 5: Sente troppo il derby e si vede. Nel primo tempo si fa sorprendere da Bruno Peres e si procura la prima ammonizione per fallo su Schick. Nel finale rimedia il secondo giallo per una trattenuta su Under.

Marusic 6,5: Per poco non diventa l’uomo della stracittadina. Sfiora il goal sotto la Nord, ma purtroppo per lui El Shaarawy gli devia la conclusione a botta sicura. Bene anche in fase difensiva, non proprio uno dei suoi punti di forza.

Parolo 6,5: Pronti, via e ci prova con una tiro da posizione favorevole di poco alto sopra la traversa e con uno stupendo inserimento in area. Non disdegna nemmeno nel classico lavoro di protezione della difesa.

Lucas Leiva 6: Sbaglia un pallone sanguinoso all’inizio che per poco non manda in porta Dzeko. Cresce col passare dei minuti dando il suo solito grandissimo contributo in mezzo al campo.

Milinkovic Savic 6,5: Mette la sua fisicità al servizio della squadra. Riesce sempre a tener palla e far salire la squadra. Deliziosi l’assist per Immobile e il tiro da centrocampo a pochi secondi dal termine.

Lulic 5,5: Da apprezzare il fatto che giochi nonostante non sia per niente in forma. Ci mette il cuore, senza però incidere.

Felipe Anderson 6: Crea diversi grattacapi alla difesa romanista, gli manca solo il guizzo decisivo. Esce dopo 15′ della ripresa per lasciar posto a Luis Alberto.

Immobile 6: Poteva gestire meglio alcune circostanze in ripartenza. I difensori giallorossi lo mettono spesso in fuorigioco. Il suo svariare su tutto il fronte d’attacco con grande generosità gli vale comunque la sufficienza.

Dal 59′ Luis Alberto 6: Garantisce più qualità che velocità. Ha sul destro una buona occasione, ma il suo tiro di destro dal limite si spegne sul fondo.

Dal 59′ Lukaku 6: Torna ad essere propositivo sulla corsia di sinistra dopo un periodo di appannamento dovuto a dei problemi fisici. Il suo apporto servirà molto nelle ultime sei giornate.

Dall’82’ Bastos s.v

Simone Inzaghi 6,5: Riesce a rimettere in sesto la squadra a soli tre giorni dalla disfatta di Salisburgo. La prestazione c’è stata, anche dopo l’espulsione di Radu. Per la Champions la sua Lazio può giocarsela fino in fondo.

Antonio Pilato

Fonte immagine: pianetazzurro.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.